FESTA DELLA LIBERAZIONE A SANTA GIULETTA (PV) ALL’INSEGNA DELL’AMICIZIA LOMBARDA-SARDA: MANIFESTAZIONE COMMEMORATIVA CON GLI EMIGRATI DELL’ISOLA


di Cristoforo Puddu

A Santa Giuletta, paese dell’Oltrepo’ pavese gemellato con Mores ( in provincia di Sassari), la Festa della Liberazione dell’ Italia dal nazifascismo e’ stata celebrata all’insegna dell’amicizia lombarda-sarda. Residenti a Santa Giuletta il presidente della sezione locale dell’ANPI, Mario Chessa ( originario di Mores), e l’oratore ufficiale della manifestazione commemorativa, Paolo Pulina (nativo di Ploaghe ). Il sindaco Simona Dacarro con l’ assessore Massimo Brandolini e il consigliere Claudio Casella e il responsabile della sezione Alpini di Santa Giuletta, Pietro Nebioli, hanno apprezzato la presenza di una folta delegazione del Circolo sardo “La Quercia” di Vimodrone, guidata dal presidente Carlo Casula e nel cui direttivo sono Gianpiero Fenu e Gianfranco Sassu, originari di Mores. Dal canto suo Pulina, oltre a rendere omaggio ai martiri santagiulettesi morti per la libertà, ha ricordato anche un grande partigiano di origine sarda che è stato a capo dei partigiani che nell’aprile 1945 liberarono la città di Piacenza: Fausto Cossu, ufficiale dei carabinieri, dopo  l’8 settembre 1943 combatte’ contro i nazifascisti e, fuggito da un campo di concentramento nazista,  con i suoi carabinieri patrioti si guadagnò sul campo onore e gloria imperituri. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *