1500 FIRME PER LO STUDIOSO CHE CURA LA DEPRESSIONE IN AMERICA: IL “SARDUS PATER”? A GRAZIANO PINNA

Tottus in Pari è con Graziano Pinna

Una petizione online che ha già raccolto 1500 firme per chiedere il riconoscimento di sardus pater, conferito a chi ha dà lustro alla Sardegna, a Graziano Pinna. Ricercatore oristanese, lavora alla University of Illinois: le sue scoperte stanno portando importanti risultati nella cura della depressione

Graziano Pinna è uno scienziato sardo di Oristano che attualmente lavora come Professore Associato e ricercatore presso il Department of Psychiatry alla University of Illinois at Chicago. I suoi studi negli atenei più prestigiosi del mondo stanno portando a fare importanti scoperte nello sviluppo di nuove terapie per la depressione, l’ansia e il Ptsd (post-traumatic stress disorder). Studi che sono stati pubblicati in prestigiose riviste scientifiche e che hanno contribuito a far compiere importanti passi avanti in questo campo. Il suo lavoro potrebbe essere riconosciuto grazie al sardus pater, il riconoscimento istituito nel 2007 che premia i cittadini che con i loro meriti hanno dato lustro alla Sardegna. É con questo obiettivo che è nata una mobilitazione online che al momento ha raccolto 1500 adesioni. A queste proprio oggi si è aggiunta quella del sindaco di Oristano, in rappresentanza del Comune, Guido Tendas. “Ho firmato per sostenere la campagna e mi auguro che come me facciano tanti altri – afferma il primo cittadino -. Invito tutti a firmare la petizione online per raggiungere al più presto l’obiettivo delle 5mila adesioni. Graziano Pinna – aggiunge – è un Oristanese che rappresenta l’eccellenza sarda ovunque vada nel mondo e che vanta con fierezza e orgoglio le sue origini”.

Una risposta a “1500 FIRME PER LO STUDIOSO CHE CURA LA DEPRESSIONE IN AMERICA: IL “SARDUS PATER”? A GRAZIANO PINNA”

  1. Oltre a questa nobile petizione per il riconoscimento di Sardus Pater al Prof. Graziano Pinna, sarebbe interessante segnalare il nominativo alla Commissione incaricata di selezionare i sardi che si distinguono nel mondo e danno lustro alla nostra Sardegna, per il Premio "NAVICELLA D’ARGENTO". Per chi non lo sapesse, questa manifestazione si svolge tutti gli anni nella prima settimana di settembre a Castelsardo, per iniziativa di quel Comune. La FASI potrebbe farsi portavoce della segnalazione a chi di competenza. Virgilio Mazzei Genova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *