I SARDI TRA IDENTITA’ E ALTERITA’: UN PROCESSO DI FORMAZIONE. L’8 MARZO A ROMA CON L’ASSOCIAZIONE “ACRASE” E IL CIRCOLO "QUATTRO MORI" DI OSTIA


di Michela Migaleddu

La Cultura nuragica si costruisce attraverso un articolato processo di formazione che vede l’incontro di manifestazioni prettamente locali con “altre” esterne all’Isola che, attraverso interazioni, intrecci ed osmosi hanno costruito una identità che si nutre di differenze che a loro volta costituiscono parte intrinseca della identità stessa.  Allo stesso modo in cui il processo di formazione di identità personale si può distinguere nelle componenti di identificazione, individuazione, imitazione e interiorizzazione. Nel contesto di vita attuale, spesso orientato a preservare identità e nazionalismi costruiti, l’alterità impaurisce e un eccesso di “Nanismo” porta a identificarsi con ciò che si ritiene il più bello, il più grande, il primo, il gigante. Lo sguardo dell’archeologo, attraverso la lettura dei dati, consente di leggere nell’arco del tempo la nascita di intrecci che fanno dell’identità una costruzione dinamica, frutto di esperienze condivise e di aperture verso gli altri. Così la Civiltà nuragica, lungi da essere monolite isolato, si è aperta e confrontata, lungo l’arco di secoli, con gli egei, i micenei, i mercanti ciprioti, fenici e del vicino oriente, stringendo rapporti, assimilando, influenzando, i popoli che graviavano nel Mediterraneo. Ha integrato le proprie radici, risalenti al Paleolitico inferiore, con l’apporto del nuovo, trasformandosi ed evolvendosi, fino alle fasi cartaginesi e poi romane.

In queste vicende sociali e culturali complesse, anche la figura femminile ha seguito una profonda trasformazione, reale e simbolica, che si è espressa nelle manifestazioni culturali susseguitesi dal Neolitico al Nuragico. Nella giornata dell’otto marzo, data della conferenza, è d’obbligo un excursus attraverso i dati dell’archeoloia sarda che esplicitino questi passaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *