UN BUON CAGLIARI PAREGGIA A TORINO 1-1. MA SE IL CAMPIONATO FINISSE OGGI, SAREBBE “SERIE B”


Il Cagliari ottiene un buonissimo punto all’Olimpico contro il Torino. 1-1 il risultato finale, sostanzialmente giusto giudicando quel che si è visto sul campo perchè le due squadre hanno dato vita ad un match equilibrato e piacevole, cercando sino all’ultimo di superarsi a vicenda. I granata hanno costruito le occasioni migliori, ma si sono scontrati con un super Brkic, decisivo in almeno tre interventi. Il Cagliari ha comunque confermato di attraversare un ottimo momento: la squadra ha saputo mettere grinta e decisione, contro un Torino reduce da una entusiasmante serie di risultati positivi e che mirava a conquistare il quinto successo di fila. Un Cagliari quadrato e ben disposto in campo, con Sau in crescendo di forma e Cossu positivo al suo rientro dopo tanto tempo. Difesa e centrocampo hanno fatto da diga, con Conti a guidare le danze, sostenuto da Ekdal e Donsah, ancora una volta tra i migliori in campo. Un piccolo rammarico rimane per non aver saputo conservare il vantaggio: magari il Torino si sarebbe potuto sbilanciare alla ricerca del pareggio, lasciando varchi preziosi per le ripartenze rossoblù. Era il 33′ quando Donsah, messo in azione da un tocco di Sau, ha lasciato partire un bolide di destro che si è infilato nell’angolo sinistro di Padelli. Purtroppo cinquanta secondi dopo è arrivato il pareggio: tiro di Bruno Peres, respinto da Capuano finito proprio sui piedi di El Kaddouri che ha controllato con il ginocchio e di destro di controbalzo ha scaraventato in rete. Prima, al 12′, Brkic aveva iniziato il suo show, deviando in angolo su un tiro teso di Benassi. Subito il Cagliari pericoloso ad inizio ripresa: azione personale di Ekdal che parte palla al piede e fa partire un gran tiro che sfiora l’incrocio dei pali. Al 62′ Quagliarella mantiene in campo un difficile pallone, cross basso e teso, Brkic si allunga e blocca a terra. Due minuti dopo affondo di Benassi, cross a smarcare Darmian dalla parte opposto, tutto solo: tiro a colpo sicuro e miracolosa respinta di Brkic. Al 70′ El Kaddouri regala un assist di prima intenzione per Quagliarella, nuovo tiro da distanza ravvicinata e prodezza di Brkic che ribatte. Un minuto dopo, su angolo dalla destra, Glik incorna e spedisce di un niente fuori, con Brkic a guardare. Il Cagliari non resta a guardare: Sau si libera bene di Glik e dal limite dell’area cerca un tiro a giro, ma colpisce male e il pallone vola oltre la traversa. Zola mette dentro Mpoku e Joao Pedro per Cop e Cossu, mentre Ventura rivoluziona lo schieramento, inserendo Maxi Lopez, Gonzalez e Gazzi. Ultimi minuti con Longo a rilevare Sau. Azioni alterne da una parte e dall’altra, ma il risultato non si sblocca. 1-1, il Cagliari sale a quota 20. Lunedì arriva l’Inter, la prima di due partite casalinghe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *