IL RALLY DI SARDEGNA: SI SCALDANO I MOTORI PER L’EVENTO MONDIALE DAL 6 ALL’11 GIUGNO


A pochi giorni dalla fine della Dakar, vinta per la quinta volta dal campione del Mondo Marc Coma vittorioso al traguardo di Buenos Aires, dopo aver attraversato Argentina, Bolivia e Cile, e già vincitore del Sardegna Rally Race, l’evento mondiale inizia a scaldare i motori per l’arrivo in Sardegna dal 6 all’11 giugno. Direttamente dal podio della prestigiosa Dakar e dalle prima 20 posizioni gli assi del Moto Cross- Country si ritroveranno quindi anche quest’anno nella nostra Isola. La notizia è appena stata confermata dalla Federazione Motociclistica Internazionale che ha scelto per l’ottavo anno consecutivo la Sardegna come unica tappa in Europa del campionato Mondiale della disciplina: un evento secondo per importanza solo alla Dakar. Dalle dune del deserto africano delle piogge torrenziali e dagli scenari del Sud America del percorso della Dakar, il Rally di endurance più famoso del mondo passerà infatti in terra sarda attraversando scenari spettacolari che saranno sotto l’attenzione internazionale attraverso stampa e tv: dal limpido e azzurro mare alla natura selvaggia dell’interno, in una ‘coast to mountain’ da togliere il fiato ai numeri uno dell’enduro che già vi hanno partecipato, ma c’è da giurare che sarà così anche per chi arriverà per la prima volta. Già lo scorso anno proprio il vincitore della Dakar 2015 Marc Coma, sul Podio del Sardegna Rally Race nel 2010, 2011 e 2013, prima di ripartire ha dichiarato con entusiasmo la sua passione per la nostra terra affermando che “Un percorso in moto come quello del Sardegna Rally Race permette di conoscere l’isola in un modo che altrimenti non sarebbe possibile”. Innamorato della nostra cucina e delle montagne sarde, il numero 1 al mondo dell’enduro ha affermato che l’interno dell’isola è “incantevole” e proprio per questo tornerà qui in vacanza : “La Sardegna é un luogo in cui si può’ fare di tutto: riposare, godersi il mare, mangiar bene e trascorrere piacevolmente il tempo con la propria famiglia. Ma allo stesso tempo, se sei in cerca di avventura, qui puoi realmente trovarla. Insomma é una destinazione di vacanza ideale e completa”. E ha aggiunto in merito al Sardegna Rally Race: “Credo che una vetrina internazionale del campionato mondiale di Cross-Country come questa sia uno strumento chiave per mostrare e far conoscere luoghi meravigliosi, a noi piloti e a chi ci segue, che con la sola promozione turistica non verrebbero resi noti. Nel mondo delle moto la Sardegna è considerata infatti come luogo magico”.  Gli assi della top 10 della Dakar saranno in scena quindi nella nostra Isola dal 6 al’11 giugno. Ritorneranno come fanno dal 2008, anno della prima edizione del Sardegna Rally Race, perché la amano sempre di più. Un grande motivo di orgoglio per i Sardi tutti come lo è, in particolare, per Gian Renzo Bazzu e Antonello Chiara, soci fondatori della Bike Village di San Teodoro, Motoclub che cura l’organizzazione dell’evento. Due privati, Bazzu e Chiara, che con grande professionalità e caparbietà sono riusciti a strappare la tappa del Mondiale ad altre nazioni facendo sì che la Sardegna venisse eletta come unico luogo in Europa ad ospitarla. La Sardegna anche quest’anno andrà in scena nella sua completezza di ‘Paradiso dai paesaggi spettacolari che cambiano in pochi Km’, come la definiscono i partecipanti, e ancora una volta attraverso l’evento, grazie ad un amplificazione mediatica che vede coinvolti i nomi più prestigiosi della Stampa internazionale, si farà ammirare e desiderare in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *