IL CIRCOLO “SA BERRITTA” PRESENTA IL NUOVO LIBRO DI GIOVANNI CASULA IL 30 GENNAIO A LUGANO


riferisce Luana Lampis

 Venerdì 30 gennaio, per il ciclo di incontri l’Aperitivo Sardo, il Circolo Culturale “Sa Berritta” di Lugano incontra Giovanni Casula, autore del libro:”Benvenuto in Psichiatria. Storie e incontri di straordinaria follia” (Edizioni Unicopli – Milano) . Giovanni Casula, originario di Aritzo e cagliaritano di adozione, ha svolto la professione di Educatore professionale all’interno del Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura di Cagliari. Da questa esperienza è nato il libro, i cui proventi  sono devoluti all’A.V.O. Associazione Volontari Ospedalieri.

 Come scrive lo stesso Giovanni: Il libro è stato scritto da me negli ultimi mesi del 2011. Comincia con una bellissima prefazione del cantautore Simone Cristicchi e vuole essere un originale intreccio di narrazioni di storie vere, accadute nel reparto e da me “ri-narrate” in forma quasi diaristica e autobiografica. Cerco di mettere in risalto la “drammatica bellezza” di alcuni incontri con i ricoverati in “Psichiatria”, rileggo il senso dei loro pensieri…. talvolta bizzarri, altre volte straordinariamente intensi e illuminanti. Il libro è stata anche l’occasione quasi catartica, per esprimere il mio smarrimento professionale  nell’incontro con tanta umanità frammentata e l’organizzazione ospedaliera (e non solo) di cui anch’io ho fatto parte e che credo pongano al lettore numerosi interrogativi e perplessità:  la malattia mentale esiste? E se esiste, i nostri servizi, dopo trent’anni dalla legge Basaglia,  sanno contrastarla? Sono così distanti follia e normalità?  A qualcuno interessano le storie “minime” che deflagrano nei nostri reparti psichiatrici o forse e più semplice “proteggersi collettivamente” dalla sofferenza psichica oggettivandola, dandogli un nome (la diagnosi) e “respingerla” attraverso un terapia farmacologica risolutiva?

L’Aperitivo sardo si svolgerà venerdì 30 gennaio alle ore 19:00 in via Vella 4, Lugano. Per informazioni: info@saberritta.ch.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *