CATERINA PONTI VINCE IL PRESTIGIOSO “DOMENICO MECCOLI – SCRIVERE DI CINEMA” AD ASSISI: PREMIATA PER IL FILM DOCUMENTARIO “MEDITERRANEO MARE DI VITA

al centro Caterina Ponti con il premio vinto ad Assisi

di Bruno Culeddu

Assegnato ad Assisi, alla XXXIIIa edizione della rassegna “Primo Piano sull’Autore”, il quarto premio alla produttrice, regista ed autrice del primo film docu italiano del nuovo format “edutainment”.

Sabato 6 dicembre si è concluso il “Primo Piano sull’Autore” ed in questa data ha avuto luogo la consegna dei prestigiosi Premi Domenico Meccoli “ScriverediCinema”, uno dei quali è andato alla produttrice, regista e autrice sassarese Caterina Ponti.

La rassegna, giunta alla XXXIII edizione, è stata diretta da Franco Mariotti, promossa da AmaRcorD Associazione Culturale, con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali  Direzione Generale per il Cinema, e dal Comune di Assisi  Settore Affari Generali Ufficio Turismo.

Nel primo pomeriggio ha avuto luogo il convegno di studi “Giuseppe Tornatore Cinema Passione Sogno” coordinato da Steve Della Casa, con un parterre de rois, nell’elegante e suggestiva Sala della Conciliazione del Palazzo del Comune di Assisi. Della Casa, prima di dare inizio al previsto evento, ha proluso menzionando alla platea la consegna del prestigioso Premio Domenico Meccoli “ScriverediCinema” (giunto alla XXIIIa edizione) assegnato alla produttrice, regista ed autrice Caterina Ponti per il suo innovativo film  documentario “Mediterraneo Mare di Vita”; la cerimonia si è svolta sotto il vigile sguardo del vulcanico direttore artistico della rassegna Franco Mariotti, meticoloso e generoso “deus ex machina” della manifestazione.

Sono stati chiamati per officiare la premiazione l’Assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione del Comune di Assisi Serena Morosi e Blasco Giurato, direttore della fotografia di quattro film diretti da Tornatore, “Il camorrista”, “Nuovo cinema Paradiso”, “Stanno tutti bene” e “Una pura formalità” (nella foto in alto).

Il conferimento del premio  già annunciato la mattina del giorno stesso all’emozionatissima Caterina Ponti, consistente in una pergamena intestata legata con due coccarde colorate, una blu ed una rossa (le tinte della bandiera di Assisi), marchiata AmaRcorD (presieduta da Franco Mariotti), Città di Assisi Seraphica Civitas (Sindaco Claudio Ricci) e Csc Centro Studi Cinematografici (presieduto da Carlo Tagliabue), è stato accompagnato dalla lettura di Steve Della Casa della motivazione vergata sull’ambito riconoscimento:

Per aver dato corpo e spessore, col suo documentario, ad una dimensione realistica, magica ed affascinante capace di dispensare equamente cultura interdisciplinare ed intrattenimento per tutte le età.

Caterina Ponti, raggiante, ha ringraziato Franco Mariotti e tutta la città di Assisi in cui il suo film docu, il primo in Italia del nuovo format “edutainment” (crasi di educational ed entertainment), è stato proiettato martedì 2 dicembre al Cinema Teatro Metastasio nella rassegna “Dove va il cinema iltaliano? Oltre la commedia, le nuove proposte” coordinata da Roberta Delitala.

Blasco Giurato e Serena Morosi hanno entrambi consegnato ufficialmente, prima uno poi l’altra, il premio alla regista produttrice che è anche co ideatrice e co autrice di questo docu film insieme al giornalista, press agent e scrittore Gianluca Nardulli (in sala anch’egli), davanti ai vincitori del Premio Oscar Giuseppe Tornatore ed il Maestro Ennio Morricone.

Hanno assistito alla premiazione i molti personaggi di spicco della cultura e dello spettacolo presenti: innumerevoli giornalisti, storici e saggisti di cinema, componenti del Comitato Artistico della selezione “Dove va il cinema italiano? …”, altri premiati con il Domenico Meccoli, produttori e distributori, artisti e tecnici del grande schermo, alcuni dei quali hanno anche lavorato con lo stesso Tornatore.

La premiazione della Ponti è stata filmata da video riprese ed incorniciata da fotografi i cui flashes hanno reso ancor più scintillante l’atmosfera “delle grandi occasioni” che si respirava tutt’attorno. Ripetuti applausi hanno coronato la consegna del Premio Domenico Meccoli “ScriverediCinema” a Caterina Ponti, la cui opera è attualmente in distribuzione (come video on demand) sulla piattaforma www.anicaondemand.it.

Il Premio Domenico. Meccoli “ScriverediCinema” rappresenta il quarto premio attestato alla valente produttrice, regista ed autrice sassarese. Esso giunge dopo il ‘Premio Speciale’ del “Roma Film Festival”, la Medaglia ‘Con il Rotary incontro al Mondo Rotary International’ dal Rotary Club Rimini Riviera ed il ‘Premio Speciale all’Innovazione’ del “Fantafestival” capitolino.

Apprezzamenti e complimenti diretti alla Ponti sono proseguiti nell’arco di tutta questa giornata finale della storica kermesse assisana (coordinata da Lilia Ricci, curatrice anche dello splendido catalogo monografico su Tornatore), rimarcanti la qualità artistico stilistica del suo film documentario in cui ha infuso una vasta rosa di sentimenti ed emozioni universali. In questo immaginifico “inno alla vita e lode al Creato” girato nel Mediterraneo (con incontri ravvicinati con spettacolari, curiosi e fantastici abitanti del Mare Nostrum), la Ponti ha associato in maniera originale, poetica, raffinata e stimolante, momenti molto intensi d’arte cinematografica, la didattica ed il divertimento, dedicandosi oltre che alla realizzazione anche alla promulgazione e diffusione di un nuovo genere filmico nel nostro Paese, mostrando un’anima imprenditoriale ed autoriale avanguardistica.

Il “Premio Domenico Meccoli ScriverediCinema” di quest’anno ha coinciso con il centenario della nascita di quest’esimio storico, critico e sceneggiatore cinematografico assisano. Meccoli fu tra i fondatori nel 1946 del SNGCI, Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani; è stato Direttore della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e membro di giuria nei più importanti cine?festival del mondo.

Le sessanta autorevoli firme, che nel nome di Domenico Meccoli, premiano ogni anno chi si è distinto nel campo dell’informazione, nella scrittura e nella promozione del cinema attraverso i media, in quest’edizione così “speciale” hanno inteso segnalare anche alcuni operatori culturali e grandi tecnici che da lungo tempo danno il loro contributo alla promotion del nostro Cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *