IL BACO DA SETA UNISCE LA SARDEGNA ALLA BRIANZA: CON IL CIRCOLO DI MONZA CONVEGNO SULLE DONNE E SU FRANCESCA SANNA SULIS


di Salvatore Carta

Preziosi gli interventi al convegno di Concorezzo…di Mimma Carta Presidente del Cadom, di Rina Salis, dell’Onorevole Elena Centemero e di tutti gli altri relatori: dal Sindaco di Concorezzo Riccardo Borgonovo; dell’Assessore ai Servizi Sociali Melzi; della Consigliera delegata alle pari opportunità Cristina Panceri. Significativo e toccante l’intervento del Vice Sindaco di Monza Cherubina Bertola che ha illustrato il progetto Diade  e che davanti ad un numeroso pubblico, ha centrato il problema della piaga sociale della violenza sulle donne. Tutti hanno convenuto che bisogna partire a monte intervenendo nell’educazione civica e nell’inculcare ai giovani il rispetto per la persona già nel percorso scolastico. Qualificati e interessanti  gli interventi di Emma Ibba Presidente Fidapa di Quartu S. Elena e di Anna Maria De Murtas per ricordare Donna Francesca Sanna Sulis, pioniera della seta e bachicoltrice in Sardegna, che ne produceva una pregiata esportandola a Como e Milano e in varie parti del mondo. Eccezionale poi la dimostrazione del filo di seta fatta dal vivo dai bozzoli provenienti dalla Sardegna svolto da Rosalba Angioi, bachicoltrice e tecnico di tessitura artigianale di Muravera, che produce la seta per numerosi Gruppi Folk della Sardegna, in particolare per i foulard e i copricapo delle donne sarde. Infine molto ammirata la mostra che riproduce con alcune foto la Bachicoltura di Concorezzo, che nell’ottocento impiegava centinaia di donne negli stabilimenti della seta dei Fratelli Spinelli…nonchè rari documenti di Donna Francesca Sanna Sulis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *