GIOVANI SARDI DEL CIRCOLO “SU NURAGHE” DI BIELLA IN “CABINA DI REGIA”: LA SARDEGNA IN QUATTRO FILM


di Battista Saiu

Il sedicesimo ciclo di Su Nuraghe Film, chiude il 2014 accompagnandoci alle soglie del nuovo anno 2015, con quattro opere ambientate in Sardegna:“Le ragioni dell’aragosta”, di Sabina Guzzanti; “Bellas Mariposas”, di Salvatore Mereu; “L’arbitro”, di Paolo Zucca; “S’impinnu”, di Ignazio Figus e Cosimo Zene, messo a disposizione dall’ISRE, Istituto Superiore Regionale Etnografico della Regione Autonoma della Sardegna, Nuoro. Nel rispetto della pari partecipazione di genere, le quattro lezioni di cinema “per conoscere la Sardegna attraverso il film d’autore, saranno tenute daMatteo Macis, Alessandro Aglietta Taberlet Puddu, Elisa Robatto Bosincu e Alessandra Pezzuto Floris, quattro giovani adulti, due uomini e due donne, Sardi di seconda generazione, nati, cioè, fuori, lontano dalla Sardegna. Alcuni appuntamenti di Su Nuraghe Film vengono anticipati al martedì in quanto il calendario degli incontri tiene conto delle disponibilità dei docenti: Alessandro ed Elisa, lavorando in pubblici locali, sono impegnati le sere del fine settimana; Mattia ed Alessandra, idraulico ed insegnante nei ruoli ordinari, presenteranno i film nei più consueti giorni di sabato. Coordinati da Su Nuraghe, in collaborazione con Enti, pub, negozi e benemerite Associazioni biellesi, alcuni di loro si sono spontaneamente attivati in prima persona promuovendo e coordinando gli aiuti alla Sardegna colpita dal recente ciclone “Cleopatra”, coinvolgendo altri giovani coetanei nella gara di solidarietà concreta che ha permesso di donare aiuto materiale ad una azienda florivaistica di Galtellì (Nuoro); dotare coi proventi dei mercatini del C.B.A.U. (Comunità Biellese Aiuti Umanitari), di tre fotocopiatori l’Istituto Comprensivo di Terralba e l’Istituto Comprensivo Statale di Solarussa(Oristano); attrezzare – grazie alla generosità dei “pinguini biellesi” di BiLug (Biella Linux User Group) – un’aula informatica con 11 pc all’Istituto Istruzione Superiore “Amsicora” di Olbia  e, non solo: con la “Banca del Giocattolo” di Biella, regalare oltre mille giocattoli ai bambini sardi alluvionati residenti in Sardegna. Gesti encomiabili, testimoni di grande solidarietà che fanno ben sperare, ulteriormente confermati dalla disponibilità verso il prossimo più vicino a cui sono rivolte le loro magistrali lezioni di cinema proposte nella XVI rassegna di Su Nuraghe Film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *