GRAINS OF GOLD, I PROGETTO DI 4 GIOVANI CAGLIARITANI PER UN DOCUMENTARIO SOCIALE IN MAROCCO


di Vito Biolchini

Turismo e tradizioni, sottosviluppo e stili di vita, istruzione e ricchezza: quanti territori si trovano divisi tra la necessità di imboccare la strada del progresso e il rischio di snaturare la loro identità? E come affrontano le opportunità e le contraddizioni che la modernità offre? Quattro giovani cagliaritani hanno deciso di andare a scoprirlo in Marocco. Il loro progetto si chiama “Grains of gold” e si concretizzerà in un documentario che verrà girato ad ottobre nei pressi dell’erg Chebbi. Il tema trattato sarà quello del rapporto tra turismo e ricchezza effettiva della popolazione, in un territorio in cui le tradizioni (profondamente radicate nello stile di vita) sono in opposizione con il bisogno di una generazione istruita che riesca a sfruttare al meglio ciò di cui dispone. Roberto Pinna, Nicoletta Atzeni, Stefano Melis, Silvia Marras e Andrea Cuccu ora chiedono il nostro aiuto. Attraverso il sito “Grains of gold” (interamente in inglese, molto bello) è possibile sostenere economicamente il loro progetto, totalmente autofinanziato. La campagna di sostegno consentirà di ammortizzare i costi di produzione e di strumentazione. Per la realizzazione di questo documentario i quattro hanno stretto una collaborazione con la onlus “Bambini nel deserto” che darà loro una mano durante i diciotto giorni di riprese e fornirà parte dei contatti con la gente del luogo. Un bel progetto, ambizioso e coraggioso, che a mio avviso merita le migliori fortune e un convintissimo sostegno, non solo dei privati, ma anche delle istituzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *