L’ARTISTA NOA PARTECIPERA’ AD “APPETITOSAMENTE” A SIDDI, PER IL FESTIVAL REGIONALE DEL BUON CIBO: IL 2 AGOSTO IN CONCERTO E IL 3 INCONTRO CON STAMPA E PUBBLICO

Noa

di Luciana Satta

Per Love Medicine Tour. Concerto per Appetitosamente, in occasione della seconda giornata del Festival regionale del Buon cibo di Siddi, sabato 2 agosto, alle 19, alla tomba dei giganti Sa Domu e S’Orcu la cantante Noa ha scelto di circondarsi degli amici sardi. A duettare con lei in No potho reposare sarà infatti la cantante cagliaritana Stefania Secci. Ospite di Appetitosamente sarà anche Valentina Casalena, moglie di Andrea Parodi. Indimenticabile resta infatti la collaborazione di Noa con il musicista scomparso nel 2006. Gli è a fianco nel 2003, nello spettacolo “Terracuza To”, per la versione bilingue di una ninna nanna, di “No potho reposare” e dell’“Ave Maria” di Gounot, unita al “Deus ti Salvet Maria” sardo. E ancora, Noa e Andrea Parodi si esibiscono sul palco di piazza del Carmine nel “Concerto per la Pace, il 2 maggio del 2004, in occasione del concerto dedicato a S.Efisio. Con loro, accompagnati dalla band di Parodi, ci sono Paul e Gabin Dabirè, Gil Dhor, Zoar Fresco, il quartetto d’archi Solis e Mira Awad. E ancora, l’ 8 Febbraio 2005, Noa e Parodi sono ancora insieme sul palco del Teatro Verdi di Sassari, per suggellare questa grande collaborazione artistica.

Invitato a partecipare alla serata di sabato, anche Leonardo Marras, presidente Fondazione Maria Carta. Nel 2003 Noa vince la prima edizione del premio in onore della grande cantante sarda scomparsa nel 1994, riconoscimento istituito dall’omonima Fondazione “con l’intento di valorizzare ed incentivare gli artisti, ma anche studiosi, ricercatori, produttori, che si muovono nell’ambito della musica tradizionale sarda e della sua rielaborazione”.

Domenica 3 agosto, alle 12, l’artista incontrerà pubblico e stampa nella chiesa parrocchiale di Siddi. Un incontro importante, nel corso del quale l’artista si è resa disponibile a rispondere a giornalisti, associazioni, esponenti della chiesa, della politica, del volontariato, interessati al  dibattito pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *