APPLAUSI PER IL MAESTRO EMILIO STRAUDI E IL TENORE SARDO EDOARDO MELIS NEL CONCERTO A BIELLA VOLUTO DAL CIRCOLO "SU NURAGHE"


di Simmaco Cabiddu

Sabato 21 giugno 2014, sulla terrazza del Palazzo Gromo Losa di Prarolo, nel borgo storico di Biella Piazzo, si è svolto il “Concerto di inizio estate, operetta sotto le stelle”, con il tenore Edoardo Melis e l’Orchestra Filarmonica Biellese, diiretta dal M° Emilio Straudi.

La serata, organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, è stata accolta molto favorevolmente, con grande afflusso di pubblico che ha occupato tutti gli spazi, lasciando alcune persone in piedi in uno scenario unico, con lo sguardo che spazia dalla collina morenica della Serra, fino ai primi contrafforti alpini, dominati dal monte Mucrone.

Dall’alto della grande terrazza ammirando il bel giardino all’italiana, realizzato e donato dal mecenate biellese Emanuele Rosa, è stato possibile lasciarsi trasportare dalle melodie di Oscar e Joseph Straus, Virgilio Ranzato, Franz Lehár, Vincente Youmans, Emmerigh Kàlmàn, arricchite dall’interpretazione del tenore Edoardo Melis, 45 anni, sardo di terza generazione, nato a Biella, figlio di Pietro, nato ad Andorno Micca. Il nonno Antonio era arrivato in Piemonte nell’immediato dopoguerra, proveniente dalla nativa Jerzu (Nuoro, attuale Provincia dell’Ogliatra).

Tra il numeroso pubblico, nelle prime file, ad applaudire, gli amici di Su Nuraghe a fianco degli amministratori della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *