UN NUOVO GESTO D'AMORE: L’INCONTRO DEI BAMBINI DI BIELLA CON QUELLI DI TERRALBA


di Simmaco Cabiddu

Lo scorso fine settimana, a Terralba (Oristano), presso il teatro dell’Istituto Superiore, è andata in scena “Libertade, Libartad, Libertà”, opera scritta e diretta da Mirko Cherchi, liberamente tratta da “Hombres y dinero” di Pietro Maurandi. Destinatari gli alunni dell’Istituto Comprensivo Statale di Terralba della Scuola elementare, della Scuola media ed i cinquenni della Scuola dell’infanzia accompagnati dai genitori. L’iniziativa del Circolo Culturale Sardo di Biella è un nuovo gesto di solidarietà “immateriale” alle popolazioni colpite dall’alluvione del 18 novembre 2013 che fa seguito al dono di due fotocopiatori, a libri per ricostituire la biblioteca scolastica e agli oltre mille giocattoli consegnati della “ Banca del Giocattolo” di Biella all’inizio dell’anno, nell’ambito del più vasto panorama di solidarietà promosso dalla F.A.S.I., la Federazione delle Associazioni Sarde in Italia. Alla solidarietà concreta in aiuto alla Sardegna ferita, si somma oggi il gesto immatriale di amore dei bambini del corso di teatro di Su Nuraghe rivolto ai coetanei di Sardegna. Sul palco, a fianco dei Biellesi, con canti e danze si sono alternati cento giovani studenti, coordinati dal dirigente scolastico Dante Melis, accolti dai parroci delle tre parrocchie, dal comandante la locale stazione dei Carabinieri e dal sindaco Pietro Paolo Piras che, in fascia tricolore ha abbracciato il sindaco di Biella, Dino Gentile, ringraziandolo per l’operosa generosità dei suoi concittadini. Dietro le quinte genitori e mamme, un intero paese per la festa di solidarietà patrocinata dalla Regione Autonoma della Sardegna, dai Comuni di Biella e di Terralba e resa possibile dalla Compagnia armatrice Navarma Moby Lines che ha concesso il viaggio gratuito in nave. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *