IL SODALIZIO SARDO-VENETO FESTEGGIA I PRIMI DUE ANNI D’ATTIVITÀ E GETTA LE BASI PER LE INIZIATIVE DEL 2014 CON IL COORDINAMENTO NOALE-VERONA

Elisa Sodde Presidente dell'Associazione "Un ponte fra Sardegna e Veneto" e il Sindaco di Noale Michele Celeghin

di Elisa Sodde

Per chiudere l’anno associativo 2013 e celebrare insieme a tutti i soci i primi due anni d’attività del curioso ma intenso sodalizio culturale sardo-veneto, l’8 dicembre si è tenuto a Noale il pranzo di fine anno dell’Associazione Culturale “Un ponte fra Sardegna e Veneto”.

È stata una splendida occasione per ricordare le iniziative fatte finora, per trovare nuovi spunti per le prossime manifestazioni e per ritrovarsi tutti insieme attorno ad una tavolata prenatalizia ricca di sincero calore ed armonia in compagnia del Sindaco Michele Celeghin e degli assessori che hanno voluto esser presenti portando i saluti sia personali che dell’amministrazione noalese, insieme ai vivissimi complimenti per il lavoro sin qui svolto dalla nostra associazione e le future attività che ci aggiungiamo a mettere in campo.

I poeti della sponda veneta del ponte – Carlo Borghesan, Alessandro e Renato Landi, Pino Barin, Fabio Panozzo ed Adriano Zamengo – fra una portata e l’altra hanno allietato tutti i presenti con le loro rime, a tratti un po’ goliardiche, a tratti molto serie e cariche di importanti momenti di riflessione che tutti hanno mostrato di gradire e condividere.

Alla presidentessa preme sempre sottolineare la mission associativa, ovvero la  peculiare caratteristica costitutiva e statutaria data dalla commistione sardo-veneta degli stessi valori umani e sociali condivisi, dallo spirito conoscitivo, divulgativo e promozionale di entrambe le comunità e realtà territoriali di riferimento insieme alle loro espressioni artistico-culturali.

Proprio sulla scorta di questi concetti fondanti, con l’aiuto di Pierluigi Erculiani (responsabile settore turismo Ass. “S. Satta” Verona), è stato presentato ai soci il progetto “IsolediSardegna” promosso appunto dall’associazione dei sardi “Sebastiano Satta” di Verona, a cui la nostra associazione aderisce con vivo interesse ed entusiasmo.

L’idea di fondo è sostanzialmente quella di agevolare, anche economicamente (con la possibilità – per i turisti sardi e veneti iscritti alle rispettive associazioni – di concreti risparmi di spesa per l’acquisto di pacchetti vacanze, derivanti dalla creazione di questa rete che si sta andando formando attraverso la stipulazione di convenzioni fra vettori marittimi ed aerei, amministrazioni locali, diverse strutture ricettive, altre figure imprenditoriali ed associazioni locali) la nascita di ponti, collegamenti, gemellaggi fra comuni sardi e veneti – proprio inserendosi sulla via già efficacemente tracciata dal circolo sardo capeggiato da Maurizio Solinas – per mettere in contatto diverse comunità e territori che possano incontrarsi, dialogare, conoscersi, scambiarsi informazioni, prodotti enogastronomici, mete turistiche, arte e cultura a 360°.

Con questo spirito e con questi progetti ci diamo appuntamento all’anno prossimo, augurando a tutti i nostri soci, così come quelli delle altre associazioni sarde in Italia e nel mondo, di poter trascorrere le prossime feste natalizie in serenità ed allegria … non dimenticando mai i nostri fratelli sardi colpiti dalla tremenda alluvione del 18 novembre scorso a cui corre senza dubbio il nostro pensiero e presto anche il nostro piccolo contributo di attiva solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *