UN CONTRIBUTO PER LA SARDEGNA: NEL TREVIGIANO, LA SOLIDARIETA' PER GLI ALLUVIONATI


di Dario Dessì

Un imprenditore di Suni, che risiede a Scorzé in provincia di Venezia, ha avuto l’encomiabile idea di organizzare, a sue spese,  un banchetto a base di pecora sarda e di ottimo vino Cannonau della Cantina Contini. Sabato 23 novembre, in una tavernetta, adiacente a un laghetto artificiale in territorio di Zero Branco (TV), una cinquantina di commensali, in prevalenza veneti, hanno aderito con entusiasmo alla brillante iniziativa.

Hanno partecipato alla lauta cena un gruppo di cittadini di Scorzé assieme ai loro sindaco e vice sindaco, un gruppo di cittadini di Zero Branco assieme al loro sindaco, al loro ex sindaco e al comandante della locale stazione dei Carabinieri, nurrese DOC, alcuni  soci del Circolo dei sardi di Treviso assieme al loro Presidente da Fordongianus e tra tutti quanti numerosi estimatori della Sardegna e della sua enogastronomia.

Hanno collaborato alla riuscita dell’evento conviviale uno chef  da Guasila, che si è sbizzarrito  nel creare un particolare sugo per gli immancabili “malloreddus”, oltre  al proprietario di un panificio di Treviso, emigrato tanti anni fa da Isili, che ha preparato il pane e  certi deliziosi dolcetti sardi, portati in tavola assieme a un delizioso Mirto, prodotto artigianalmente dallo stesso organizzatore della serata.

Bene accetti, alla fine della serata,  sono stati i saluti rivolti dalle autorità all’anfitrione planargino e a tutti i sardi colpiti dal ciclone “Cleopatra”; commovente  il pensiero di riconoscenza rivolto dal sindaco di Zero Branco  ai fanti della Brigata Sassari, arrivati dalla Sardegna per difendere la dignità e la libertà dei veneti nel corso della Grande Guerra.

Tutti i commensali, nel corso della cena, hanno voluto dare una loro offerta in denaro.

Il presidente del circolo di Treviso consegnerà la somma raccolta alla F.A.S.I.,  che, a sua volta, la invierà in Sardegna assieme al contributo di altri circoli sardi in Italia. 

Degno di tanto apprezzamento è l’imprenditore che ha organizzato e finanziato l’evento.

A lui vanno rivolti gli auguri di tutti, affinché riesca a vincere  la gara di appalto per la realizzazione dell’impianto di illuminazione dell’aeroporto di Dubai negli Emirati Arabi.

Lui, che è riuscito a creare dal niente tre poli industriali in provincia di Treviso, dove si producono impianti illuminanti, di tecnologia avanzata, conosciuti e richiesti in tutto il mondo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *