PAPA FRANCESCO A CAGLIARI INCONTRA GLI EMIGRATI: UNA DELEGAZIONE DI SARDI DALL'ARGENTINA


In occasione della visita nell’Isola di Papa Francesco, le Acli e il Comitato Regionale Emigrazione Immigrazione Acli hanno invitato a Cagliari una delegazione dei circoli sardi dell’Argentina. Mauro Carta, presidente delle Acli di Cagliari, e Ottavio Sanna, presidente delle Acli della Sardegna, hanno incontrato la comitiva proveniente dal Sud America.  Ha partecipato all’incontro, Magalì Misses, giovane dirigente del circolo dei sardi San Isidro di Buenos Aires. La visita è stata l’occasione per scambiarsi le emozioni dell’arrivo in città del Pontefice e per dialogare sul rapporto tra la Sardegna e l’Argentina e sulle tante difficoltà che gli emigrati sardi hanno incontrato in America latina. Lo stesso Papa Francesco, d’altronde, come ricorda Mauro Carta, “è un discendente di emigrati italiani in Argentina e quindi conosce bene il dolore dei tanti che in passato hanno dovuto lasciare il proprio Paese spinti dal bisogno”.

 

6 risposte a “PAPA FRANCESCO A CAGLIARI INCONTRA GLI EMIGRATI: UNA DELEGAZIONE DI SARDI DALL'ARGENTINA”

  1. Raices Sardas también presentes en este festejo en Bs. As. , mientras que en Cagliari también estabamos presentes con Magalí Mises Serra y Josefina Carzedda que nos han representado maravillosamente en este evento inolvidable, además en el encuentro con el Presidente de la Región Autonoma de Sardegna, Hugo Capellacci, junto a Gabriele Onnis de Sardi Uniti. Gracias

  2. Caro Massimiliano
    Purtropo in Regione a nessuno interessano ne gli emigrati sardi ,ne loro dolore, problemi desiderio sogni, anzi ,sono sordi e cechi non solo a loro ma anche alle parole di Papa Francesco !
    altrimenti avrebero previsto
    1 invitare e portare a Sardegna e al incontro con il papa Argentino figlio di emigrati italiani al meno un emigrato sardo di Argentina che mai e proprio mai è tornato alla terra natia ne ha possibilita economica di farlo!
    2 avrebero fatto qualcosa per far possibile che Papa Francesco potesse incontrare e salutare al meno un rapresentante del gruppo di argentini che abitano a Cagliari ,
    3 avrebero fatto possibile che papa Francesco potese salutare un emigrata sarda che abita nel suo quartiere e che era a Bonaria irapresentando la comunita della Parrocchia Nuestra Señora de Buenos Aires e aveva la missione di consegnarli le lettere dei bambini di detta parrocchia ,Unico Santuario dedicato alla Madonna di Bonaria in Argentina .
    Nessuna di queste cose sono state prese in consideraziuone ne dalle autorita della RAS ne al Acli e il suo "comitato regionale per l’emigrazione e immigrazione ,ne da gli organizzatori del ricevimento di papa Francescol della diocesi di Cagliari ,nonostante richiesto in tempo e fatto conoscere da tutti i mezzi di comunicazione della Sardegna e oltre :RAI Radio Vaticana en español ,Radio Bonaria ,Vdeolina, TV 2000 ecc. che hanno intervistato la sottoscritta e dei ragazzi argentini di Cagliari.
    conclusione Papa Francesco é andato come pellegrino al Santuario di Nostra Signora di Bonaria ,la madonna che ha datto il nome a Buenos Aires, la sua cittá , gkli hanno fatto incontrare tutti (o quasi tutti) Politici ,disocupati ,lavoratori immigrati extracomunitari carcerati religiosi docenti giovani … e anche tutti i calciatori e allenatori ecc del Cagliari ,importantissimo visto che al papa piace il calcio!
    pero al papa Argentino nato al quartiere Flores di Buenos Aires , figlio di emigrati italiani
    non li hanno fatto incontrare
    ne immigrati argentini che abitano a Cagliari , ne emigrati sardi ,ne l’unica emigrata sarda che abita a Buenos Aires proprio a Flores , e che era a Bonaria in rapresentazione della comunita della Parrocchia di Nuestra Señoira de Buenos Aires.
    come detto al inizio ,poca sensibilita !
    Teresa Fantasia
    peccato!!!

  3. ho una proposta da fare al Comitato Regionale emigrazionbe e immigrazione del ACLI
    Fare un censimento di quanti emigrati sardi di Argentina non sono lai tornati alla terra natia
    E NEANCHE LA CONOZCONO PERCHE PORTATI IN DISTERRU DA BAMBINI!
    Mamma Sardegna è in debito con loro!!!

  4. la notizia fa un po’ di riso amaro: Teresa Fantasia emigrata in Argentina e precisamente della parrocchia di Papa BERGOGLIO, è arrivata a Cagliari sperando di incontrare il Papa per consegnargli le letterine dei bambini, figli di emigrati, della parrocchia, ma non le è stato concesso di avvicinare il Pontefice…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *