IL RUOLO PROPOSITIVO A LA PLATA IN ARGENTINA DEL CIRCOLO SARDO "ANTONIO SEGNI" BEN COLLOCATO NEL TESSUTO SOCIALE LOCALE

socie del circolo "Antonio Segni" a La Plata

di Giovanna Signorini Falchi

Nel Circolo Sardo di ¨Antonio Segni” di La Plata, con 25 anni dalla sua fondazione, si svolgono molte attività culturali dedicate a promuovere e garantire la cultura sarda fra i nativi e discendenti, facendo conoscere le peculiarità dell’isola anche alla comunità Italiana e Argentina.  Con molta affluenza di pubblico, il Presidente della F.A.I.L.A.P. Daniel Gasparetti, e autorità di altri Circoli sardi, si sono tenuti i festeggiamenti dell’italianità con l’esposizione “El albùn de la nostalgia” con fotografie consegnate dai nostri associati, dove vengono ritratti i loro antenati: nonni, bisnonni e famiglie. Si sono svolte inoltre, delle mostre di pittura e d’artigianato. Si è concluso l’evento con la degustazione di piatti tipici. L’obiettivo principale è stato quello di far apprendere la gastronomia dell’isola ai discendenti di sardi cosi come quella di partecipare nei diversi eventi: Fiera di Piatti Tipici della Collettività italiana, “Italia para todos” che si è svolta a Dardo Rocha della città di La Plata i giorni 16-17 agosto. L’importanza del lavoro svolto negli ultimi anni dal nostro Circolo insieme alle altre associazioni italiane in Argentina ci ha portato ad avere una ottima fratellanza. L’opportunità di raggiungere questi obiettivi si è reso possibile anche per le risorse che la Regione Sardegna ci mette a disposizione ogni anno per poter svolgere le attività culturali. Senza questo importantissimo aiuto non sarebbe stato possibile sopravvivere e far conoscere la Sardegna a La Plata.  La partecipazione dei soci nelle diverse manifestazioni culturali all’interno della comunità, portano il Circolo Sardo di La Plata “Antonio Segni” ad ubicarsi in un posto di rilievo. Anno per anno questa valutazione positiva nella nostra società ci fa relazionare non solo con gli emigrati italiani, ma anche con le varie collettività di altri paesi del mondo, residenti in Argentina. In questa riflessione abbiamo il dovere di nominare, inoltre il costante contatto con gli organismi Provinciali, e Comunali che permettono al Circolo Sardo di essere riconosciuto come una istituzione che lavora per il bene e la prosperità della comunità dove é inserito. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *