IX CONCORSO LETTERARIO "SU CONTIXEDDU": PREMIATI A BRESCIA I NARRATORI E POETI SARDI E LOMBARDI. SUCCESSO DEI RAGAZZI DI SANTU LUSSURGIU NELLA SEZIONE "SPECIALE SCUOLA"

Da sx: Maria Chiara Firinu, Laura Ficco e Angela Nervi

di Cristoforo Puddu

Il concorso letterario Su Contixeddu -premio promosso dal Circolo Culturale Sardo di Brescia, guidato dall’inossidabile presidente Paolo Siddi, e giunto alla nona edizione in concomitanza del venticinquesimo anniversario della costituzione del sodalizio- ha celebrato l’atto conclusivo: la graduatoria, con i rispettivi riconoscimenti assegnati per le diverse sezioni, è stata resa nota nell’ufficialità della cerimonia di premiazione, tenuta a Brescia presso la prestigiosa ed artistica Sala Don Andrea Recaldini (Via San Benedetto, 4 Buffalora), il giorno di venerdì 28 giugno 2013.

Ben 206 opere di 144 autori (poeti, narratori e i ragazzi della sezione speciale scuola) hanno testimoniato, con un fiume travolgente di parole di grande sensibilità e fantasia, la produzione creativa della letteratura sarda e bresciana contemporanea. Elaborati poetici e narrativi in limbazu logudorese, campidanese, nuorese, sassarese, gallurese, algherese, tabarchino, bresciano ed italiano hanno affermato e onorato la “pentecoste” delle lingue; comunicato ed esaltato le identità che accomunano la preziosità delle diversità culturali e trasmesso legami ideali che uniscono generazioni e popoli.

Gli elaborati in concorso, complessivamente attenti anche a riflettere con sensibilità contemporanea lo spirito di un’epoca segnata da difficoltà sociali ed economiche,   hanno conquistato l’attenzione della giuria (presidente Salvatore Tola e composta da Franco Sonis, Paolo Siddi, Paolo Pulina, Cristoforo Puddu e dalla presidente bresciana Maria Rosa Bertellini con i componenti di commissione Velise Bonfante, Egidio Bonomi e Marco Gatti) per  il pregevole valore di contenuti ed originalità espressiva.

 I riconoscimenti per i racconti in prosa sarda sono stati assegnati a Maria Chiara Firinu di Iglesias (Premio speciale e trofeo FASI, consegnato da Paolo Pulina, responsabile culturale dell’Associazione – Cun issu fuedhamu in sardu), Salvatore Patatu di Chiaramonti (1° premio – Su professore de filosofia), Ignazio Sanna di Sassari (2° premio), Salvatore Diana di Sant’Antioco (3° premio) e menzione d’onore agli scrittori Gian Pietro Angotzi di Scano Montiferro, Gerardo Ara di Sant’Antioco, Giovanni Bellisai di Selargius e Mariantonietta Fara di Sassari ; mentre in quella italiana hanno trionfato i brani di  Maria Laura Prinzis residente a Brescia ed originaria di Mogoro (Premio speciale – L’agnellino), Enzo Giordano di Ozieri (1° premio – Il piccolo mondo di Marta), Maddalena Spano Sartor di Sassari e Angelo Facchi di Gottolengo (2° premio ex aequo), Toni Paroli di Manerbio (3° premio) e menzione d’onore a Giuliana Bacciu di Sassari, Franco Barrocu di Ravenna, Paolo Marras di Sant’Antioco, Raffaello Spagnoli di Bovezzo e Adriano Zordan di Brescia.  

 Nella sezione poesia sarda hanno conseguito i riconoscimenti le liriche di Mariuccia Gattu di Nuoro (Premio speciale – No’ m’at a falar’una lacrima, traduzione di una suggestiva lirica in italiano di Graziella Cherubini, residente a Nuoro ed originaria di Brescia, che suggella un “ideale” gemellaggio culturale sardo-lombardo), Antonio Sassu di Poncarale (Premio speciale – A babbu), Mariatina Battistina Biggio di Cagliari (Premio speciale – De stè sutta a ture), Salvatore Usai di Quartu Sant’Elena (1° premio ex aequo – Arrèxinis),  Domenico Battaglia di La Maddalena (1° premio ex aequo – Sogu un’umbra), Priamo Arca di Pinerolo (2° premio), Francesco Pietro Pinna di Alessandria (3° premio) e menzione d’onore ai poeti Angelo Maria Mingioni di San Teodoro, Augusto Flaminio Piras di Suni,  Carla Maria Casula di Alghero e Gianfranco Melis di Sassari.

 Nei componimenti poetici in lingua italiana sono risultati premiati gli elaborati di Laura Ficco di Assemini (Premio speciale e medaglia del Comune di Brescia – Ho rubato il vento), Gigliola Franzolini di Brescia (Premio speciale – Alla follia dei prati), Graziella Cherubini  di Nuoro (Premio speciale – Non verserò una lacrima), Angela Nervi di Brescia (Premio speciale – In deltaplano), Daniele Ardigò di Soncino (1° premio – Come colchico spaurito…), Giovanni Mela di Castelsardo (2° premio), Gerolamo Zazzu di Ploaghe (3° premio ) e menzione d’onore ad Angela Scampuddu di Oschiri e Francesco Tedde di Selargius.

Nelle sezione prosa dedicata al dialetto bresciano si sono affermati i racconti di Mary Chiarini Savoldi di Ghedi (1° premio – La scàtola de làta), Giovanni Mazzoldi di Paderno (2° premio) e Rocco Farfaglia di Vobarno (3° premio); mentre nella poesia si è riaffermata la nota bresciana Giuliana Bernasconi (Premio speciale – Speransa), Lorenzo Tartini  di Verolavecchia (Premio speciale – Le laandère al fòs), L. Iole Scarpellini di Cazzago S. Martino (1° premio – Le tò mà), Dario Tornago di Brescia (2° premio), Angelo Comparcini di Brescia (3° premio) e i menzionati Giacomo Avanzi di Gavardo ed Adelio Finulli,  Alberto Iottini  e Maria Teresa Magni, residenti a Brescia.

 Nella sezione speciale scolastica -rivolta agli alunni delle scuole elementari e medie e ai ragazzi dai 14 ai 17 anni- che si riconferma di grande interesse con una incoraggiante partecipazione di bambini e ragazzi, sono stati assegnati due Attestati di Merito all’Associazione Culturale “Elighes ‘Uttiosos” (in riconoscimento delle opere presentate da Claudia Palmas, Federica Corrias, Davide Milia, Noemi Nadia Corrias, Cristina Borrodde, Alice Deriu, Elisa Guspini, Francesco Gambino, Simone Firinu, Samuele Denti)   e all’Oratorio “Don Bosco” (in considerazione delle opere di Andrea Motzo, Denise Zicca, Fabiola Zanda, Antonio Meloni, Elena Orrù, Giorgia Ledda, Maria Nughes, Efisio Cadau, Alice Tegas) di Santu Lussurgiu; premiati per le liriche in lingua sarda sono risultati i giovanissimi Claudia Palmas (1° premio – Tio cherrer una gomma), Samuele Denti (2° premio) ed Elisa Guspini (3° premio). Il massimo riconoscimento per le composizioni in lingua italiana è stato conseguito da Cristina Borrodde (1° premio – Per gli amici), seguita dalle liriche di Alice Deriu ed Antonio Meloni; menzioni ed attestati sono stati assegnati anche alle liriche di Federica Corrias, Alice Tegas, Nicol Manenti, Debora Manenti e Noemi Porcu, di padre originario di Sedilo, che oltre alla poesia ha offerto una sorprendente ed apprezzata interpretazione del tradizionale canto “No poto reposare”.

Serata piacevole ed entusiasmante -coordinata dal presidente Paolo Siddi e curata dal segretario del concorso Gianpietro Serra e dagli addetti alla segreteria Giuseppina Bazzoli e Lorenzo Zordan- con la presenza di tanti autori, di  un pubblico attento e appassionato che ha accolto molto bene la declamazione delle opere premiate, per lo più interpretate magistralmente  dal versatile attore bresciano Sergio Isonni. La nona edizione de “Su Contixeddu” ha registrato la presenza di diverse autorità locali e  fruito del prestigioso patrocinio di: Regione Lombardia (Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie); Regione Autonoma della Sardegna; Provincia di Brescia (Assessorato Cultura e Turismo); Comune di Brescia; FASI (Federazione Associazioni Sarde in Italia); Credito Cooperativo di Brescia.

 

Una risposta a “IX CONCORSO LETTERARIO "SU CONTIXEDDU": PREMIATI A BRESCIA I NARRATORI E POETI SARDI E LOMBARDI. SUCCESSO DEI RAGAZZI DI SANTU LUSSURGIU NELLA SEZIONE "SPECIALE SCUOLA"”

  1. Che senso ha, assegnare un riconoscimento e non darne comunicazione alla persona interessata?
    Solo casualmente sono venuta a conoscenza di aver ricevuto una menzione d’onore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *