L'A.C.S.I.T. PORTA "BELLA MARIPOSAS" A FIRENZE: NEL CAPOLUOGO TOSCANO IL FILM DI SALVATORE MEREU

fotogramma tratto dal film

di Mattia Lilliu

Sì è svolta martedì 21 maggio presso l’ Auditorium Stensen di Firenze la proiezione del film di Salvatore Mereu “Bellas Mariposas”.  Con un budget di “solo” 600 mila euro e con il regista e la moglie Elisabetta a produrre, “Bellas Mariposas” è andato incontro ad una serie di problemi di distribuzione nelle sale italiane che ha portato il regista a distribuire la pellicola autonomamente. “Ho dovuto fare anche il distributore per cause di forza maggiore, e ho scoperto quanto sia difficile”, afferma Mereu. “Le distribuzioni sono state molto tiepide: dinieghi e offerte poco incoraggianti, per cui ho fatto da solo, con sei copie in Sardegna a ridosso della Mostra di Venezia, e poi nel resto d’Italia grazie ad amici: a oggi abbiamo fatto più di 40mila spettatori e 300mila euro di incasso, cifre considerevoli in queste condizioni”. Vincitore del premio Schermi di Qualità all’ultima edizione della Mostra del Cinema di Venezia dove il film era presente nella sezione Orizzonti, il lungometraggio di Mereu, liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Sergio Atzeni, racconta la storia di Caterina (Sara Podda), una ragazzina di 11 anni che vive nel quartiere di Sant’Elia alla periferia di Cagliari insieme ad un padre irresponsabile e tanti fratelli, ognuno con le sue problematiche. Gli unici momenti di evasione li passa con la sua migliore amica Luna e sognando di diventare una cantante affermata. L’Auditorium Stensen di Firenze, la sala più cinefila della città gigliata, ha accolto con grande calore e partecipazione da parte di molti sardi (e non solo) la proiezione del film di Salvatore Mereu, tanto da registrare il tutto esaurito con molte persone che non sono riuscite ad entrare in sala. Traspare soddisfazione anche nelle parole di Fiorella Maisto, presidente dell’Associazione Culturale dei Sardi in Toscana la quale ha organizzato la serata insieme all’Auditorium Stensen: “Siamo orgogliosi di essere riusciti ad offrire al pubblico fiorentino la prima visione in città di questo film. Un film importante, che offre uno spaccato di Cagliari e della nostra terra molto diverso da quello che offrono i media”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *