A ZEPPARA RIAPERTO IL MUSEO DEL GIOCATTOLO TRADIZIONALE DELLA SARDEGNA


di Cristoforo Puddu

Dal 26 marzo 2013, a conclusione dei lavori di ristrutturazione, è stato riaperto al pubblico Il Museo del Giocattolo Tradizionale della Sardegna di Zeppara.

Zeppara -frazione del Comune di Ales, da cui dista poco più di un chilometro- conta circa 200 abitanti e si trova in un’area particolarmente interessante per realtà museali (Ales, Pau, Villanovaforru) e archeologiche (Barumini, Morgongiori); il piccolo e suggestivo centro ha conservato l’originaria struttura architettonica  che caratterizzava le località agropastorali nel territorio interno dell’Isola. La singolare creazione del museo è conseguente “ad un lavoro di ricerca realizzato nelle attività del tempo prolungato nell’arco del triennio scolastico 1993-1996, da alunni, docenti e collaboratori scolastici della Scuola Media Statale di Ales”. Oggi la struttura museale custodisce una rappresentativa e varia raccolta di giocattoli dal genuino carattere popolare, realizzati con i comuni materiali naturali presenti nell’ambiente sardo. Le diverse sezioni del museo documentano un ampio campionario di giocattoli: si va dalle bambole (realizzate con stracci, rafia, zucche, etc.) alle trottole e girandole; dai fucili di canna alla fionda; da strumenti ludici per riprodurre suoni e fischi ad originalissimi e particolari giochi. E ancora i  cavalli di canna e i “classici” carretti di asfodelo (carrixeddu de cadrilloni / carritos de iscrareu) che denotano la chiara memoria imitativa e legame con un mezzo di trasporto simbolo nel mondo agropastorale. L’elemento ludico tradizionale, specie per le giovani generazioni, è certamente da ritenersi una piacevole scoperta. E pensiamo, anche formativo percorso didattico educativo nella valorizzazione dell’identità culturale e nel segno di una consapevole conoscenza intergenerazionale. I giocattoli tradizionali documentano e raccontano l’avventura umana delle nostre comunità, l’ingegnosità artistica popolare e l’impegno educativo da parte del mondo adulto nei confronti del bambino. Per richiedere informazioni e prenotazione visita al Museo del Giocattolo Tradizionale della Sardegna di Zeppara-Ales (Via San Simeone), si può comunicare per E-mail: museo-delgiocattolo@libero.it o telefonicamente ai numeri 0783 998072 e 331 7292203. Il museo rispetta il turno di chiusura settimanale nella giornata del lunedì .

Una risposta a “A ZEPPARA RIAPERTO IL MUSEO DEL GIOCATTOLO TRADIZIONALE DELLA SARDEGNA”

  1. una sorpresa molto bella!!! fa pensare alla ricchezza delle esperienze di quei bambini e ragazzi che hanno riscoperto insieme agli adulti un modo di giocare ,con poco, ricco di fantasia e di abilità. Un plauso a tutti quelli che hanno ideato e realizzato un’opera grande per ricordare le piccole cose quotidiane. Bravissima la guida-custode , (potrebbe proporsi per insegnare a diventare esperti di trottola- trottolieri) con l’augurio che tutto continui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *