TOTTUS IN PARI, 452: FAR CONOSCERE LA THALASSEMIA (le vicissitudini di Anna Maria Sechi, emigrata da bambina in Belgio)

 

Tottus in Pari, giugno 2013 - numero 452

 
Per visionare integralmente il numero 452 di TOTTUS IN PARI, cliccare sulla copertina nella colonna di destra.
Se vuoi entrare nella mailing list per ricevere la pubblicazione sul tuo pc,
richiedila a piffilandia@tiscali.it oppure a tottusinpari@tiscali.it

2 risposte a “TOTTUS IN PARI, 452: FAR CONOSCERE LA THALASSEMIA (le vicissitudini di Anna Maria Sechi, emigrata da bambina in Belgio)”

  1. Ciao Massimiliano, ti ringrazio per la pubblicazione su Tottus in pari di un po del mio vissuto, hai fatto un bel lavoro, sei molto generoso d’aver titolato ogni pagina con -far conoscere la thalassemia- è stata una battaglia e lo sarà sempre, non è facile accetare la malattia di un figlio, ci si sente in colpa, ci vogliono mesi e anni, resta la speranza che la ricerca scientifica arrivi veramente a gestire la manipolazione genetica a favore di queste patologie pesanti che falciano le vite e disastrano le famiglie. Nel libro che ho scritto ne parlo senza fioriture, spero un giorno chissà possa fare un’altra copertina, ma non è facile, presso gli editori di lingua francese non ho trovato ascolto, storie di immigrati ne hanno viste tante, ogni ceppo ha la sua. In quanto alle miniere ormai sono dei musei, il carbone non c’è più e i minatori sono quasi tutti deceduti, percio’ e acqua passata, ho provato presso gli editori in Sardegna ma anche loro non hanno entusiasmo per le nostre storie d’immigrazione e malattie varie. non è più un soggeto che va di moda, mi è stato detto che se non si hanno delle valide raccomandazioni nemmeno ti leggono, comunque sia rimane una testimonianza di quanto è veramente stata l’immigrazione degli anni 50 in questo paese. auguro ogni bene a te e la tua famigliola, un caro saluto, anna maria

  2. Ho visto la rvista dei circoli dei sardi, che non conoscevo: veramente molto bella e interessante!
    Racconta la realtà e il cuore della Sardegna più di tante riviste fatte in Sardegna, che rispondono per lo più a interessi parziali e con orizzonte limitato.
    Cercherò di seguirvi regolarmente e di diffondere la vostra presenza ai miei amici e conoscenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *