SUCCESSO DEL CONCORSO SCOLASTICO REGIONALE QUATTROMORI 2013: TUTTI GLI ELABORATI ARTISTICI IN ESPOSIZIONE ALLA FIERA CAMPIONARIA DELLA SARDEGNA


di Cristoforo Puddu

La prima edizione 2012 del Concorso Scolastico Regionale Quattromori, iniziativa promozionale e di sensibilizzazione sulla storia dello stemma sardo, aveva avuto l’adesione di numerose classi di scuola primaria e visto trionfare la rappresentazione artistica, di tema ecologico, elaborata dalla classe 3b di Muravera (Viale Rinascita, 11). La totalità delle opere erano state esposte alla Fiera Internazionale della Sardegna, nello Stand dell’ANCI Sardegna, e la graduatoria finale era stata determinata -oltre dalla giuria tecnica, di cui faceva parte un rappresentante dei circoli sardi nel mondo- dalle preferenze popolari espresse dagli oltre 5.000 visitatori.

Il progetto dell’edizione 2013 del Concorso Quattromori -promosso dall’Associazione OSIDEA onlus  e dal Centro Sportivo Italiano Sardegna, patrocinato dall’ANCI Sardegna, dalla Regione Autonoma della Sardegna e con il determinante sostegno della Fondazione Banco di Sardegna- è stato invece rivolto alle scuole secondarie di primo grado ed ha registrato la partecipazione di circa 100 istituti. Un bus GranTurismo, attrezzato anche per la proiezione di filmati e con materiale didattico multimediale per le lezioni sullo stemma sardo, ha portato una mostra itinerante in numerosi centri del territorio regionale e coinvolto, oltre le scolaresche, diverse sensibili amministrazioni locali. Il simbolo de “Sos Battor Moros”, rivisitato e rielaborato dai giovanissimi in base agli attuali temi dello Sport, Ecologia e Storia, ha lo scopo di favorire una maggiore attenzione e studio della storia dell’Isola e delle vicende legate al quasi millenario percorso dello stemma sardo. Il simbolo identitario, che idealmente riporta al periodo giudicale, compare “per la prima volta nei sigilli in piombo della Cancelleria reale aragonese”; sotto il regno di Pietro il Grande il più antico esemplare, datato 1281.

L’appuntamento finale per tutti gli elaborati scolastici, realizzati nella seconda edizione del concorso, è alla “tradizionale” esposizione in Fiera Campionaria e al giudizio tecnico-popolare che decreterà la scuola vincitrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *