GARANZIE DI SICUREZZA E MONITORAGGIO SANITARIO PER I CAVALLI IMPEGNATI IN "SA SARTIGLIA", L'ATTESA GIOSTRA EQUESTRE ORISTANESE DEL 10 E 12 FEBBRAIO


di Cristoforo Puddu

Nell’Isola, ormai da diversi anni e ai massimi livelli, si registra una sempre più crescente attenzione e sensibilità per salvaguardare e garantire l’incolumità degli animali impegnati in manifestazioni tradizionali o di carattere sportivo. Tante le associazioni che operano, meritoriamente e senza fini di lucro, anche per la tutela del benessere e sicurezza specifica dei cavalli in ogni situazione di interazione uomo-animale.

A tranquillizzare i più battaglieri animalisti, sul’impiego dei cavalli nella nota manifestazione carnevalesca oristanese de “Sa Sartiglia” (che ha conservato l’antica impronta di rito propiziatorio per l’annata agricola), arriva ora puntuale uno studio realizzato nell’edizione 2012 dalla collaborazione  tra la Commissione veterinaria della Fondazione “Sa Sartiglia”, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sardegna e il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Sassari che, con l’entusiasta disponibilità dell’associazione “Cavalieri Sa Sartiglia”, aveva permesso il monitoraggio sanitario su ben 44 cavalli e l’effettuazione di prelievi di sangue nell’arco dell’intero periodo della giostra equestre. E’ stato così possibile accertare, in base ad una ricerca scientifica che verrà pubblicata in riviste specializzate, “lo stato ottimale dei cavalli partecipanti e il completo recupero dei livelli basali fin dalla giornata successiva alla manifestazione”.

Confermato il proseguo dei controlli sanitari, da parte dei medici veterinari dei tre enti, anche per l’edizione 2013. L’attesa giostra equestre oristanese, che  si terrà nel centro cittadino nella giornata di domenica 10 e martedì 12 febbraio, darà il via ad uno studio specifico per prevenire le patologie cardio-circolatorie del cavallo. La divulgazione di importanti studi veterinari e l’incentivo a test mirati, rappresentano anche un chiaro segno e concreto contributo per la valorizzazione e rilancio dell’allevamento equino in Sardegna.                                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *