TIRRENIA NUOVO SPONSOR DEL CAGLIARI CALCIO: CARO MASSIMO CELLINO, L'ORGOGLIO E LA DIGNITA' DEL POPOLO SARDO, NON HANNO PREZZO


di Massimiliano Perlato

Ha provocato profondo sconcerto in tutti i sardi, la discutibile scelta di inserire sulla maglia del Cagliari calcio il nuovo sponsor. Ovvero la compagnia di navigazione Nuova Tirrenia Cin. Osservando questo nuovo scenario con gli occhi degli emigrati sardi, tutti tifosi del Cagliari che fu di Gigi Riva, trasmette disgusto vedere su quei colori il logo della compagnia navale che per lustri e lustri ha trascinato sui mari tanti sardi a prezzi proibiti con un servizio di pessima qualità. L’ufficializzazione della partnership è avvenuta ad Asseminello con un Massimo Cellino particolarmente euforico, non ultimo a provocazioni pseudo politiche (vedi la questione stadio) con la presentazione della nuova maglia dei rossoblù. Il secondo sponsor del Cagliari resta la Regione Sardegna. La notizia rischia di avere uno strascico di polemiche se si considera la battaglia che la Regione Sardegna da tempo combatte contro la compagnia di navigazione, accusata di aver aumentato a dismisura le tariffe sulle navi da e per la Sardegna. Una battaglia che ha portato anche alla costituzione, con la Saremar, di una “flotta sarda”.

7 risposte a “TIRRENIA NUOVO SPONSOR DEL CAGLIARI CALCIO: CARO MASSIMO CELLINO, L'ORGOGLIO E LA DIGNITA' DEL POPOLO SARDO, NON HANNO PREZZO”

  1. si potrebbe definire il massimo della freddura ! ma i sardi sono abituati da millenni a tifare per coloro che puntano al loro ….

  2. Ma che vergogna!!!! E NON SCRIVO IL NOME….. Noi emigrati che non possiamo andare in Sardegna causa di queste BAGNEUROLE DA TERZO MONDO STRAPAGATE … dobbiamo anche subirne nell’ambito sportivo la sua pubblicità!!!. ma SARDI…dove vogli…amo arrivare …come possiamo ancora una volta subire questo menefreghismo da parte dei responsabili della regione Sardegna……ma come possiamo mantenere certi politici che permettono che il Cagliari vada fuori ad allenarsi ed in più lo pubblicizi una compagnia contro il suo popolo……….Basta Sardi residenti ed emigrati non si va più a vedere la squadra!!!!

  3. Condivido in pieno, anche perchè io sono uno dei tanti sardi che per anni ha vissuto in Germania e con orgoglio ho sempre tiffato Cagliari.
    Mi ricordo che per tanti anni avevo viaggiato con la tirrenia a prezzi proibitivi (per non parlare di adesso che sono triplicati), in cambio ho ricevuto scarso servizio e pessima cortesia. Adesso mi ritrovo lo sponsor di di chi ha abusato dei sardi sulla maglia dei sardi!! Trovo che sia disgustoso e spero che chi ha voce in capitolo intervenga in questa vergognosa situazione.
    Io per primo, a malincuore, finchè si porterà una tale vergogna, non avrò parole di elogio per il Cagliari.
    FORZA SAREMAR

  4. Non sono tifoso del calcio ma,se lo fossi, sarei indignato per questo abbinamento pubblicitario veramente vergognoso per chi conosce come si viaggia sulle navi Tirrenia, a quali scortesie siano sottoposti i sardi in viaggio e a quale prezzo!
    Inviterei i corregionari ad astenersi dal versare i propri soldi alla proprietà del Cagliari e sostituire, la Domenica, il tempo passato sulle gradinate dello stadio con i figli e la famiglia tutta che,sicuramente vedono poco durante i giorni lavorativi.
    Luciano

  5. Sig. Massimo Gri…..llino…” Ma mi faccia il piacere … mi faccia”, come diceva il buon Totò. E’ sicuramente una scena comica di questa rovente fine estate 2012, made in Sardinia. Dopo le cocenti umiliazioni dei sardi ” in domo issoro “, per il lavoro che svanisce e la difficoltà di arrivare a fine mese , ci mancava solo questa pagliacciata. Resistiamo, con meno calcio, meno abbonamenti e di contro più lettura e cultura.

  6. Uniti verso la salvezza del nostro onore.
    Vorrei sapere dove sono andati quei soldi pagati in tutti questi anni per avere un biglietto a prezzi disumani fuori mercato e viaggiare da profughi. Dissipati in anni di gestione bandita. Ora nell’orlo del fallimento arrivano i nostri a salvarla con soldi pubblici!
    Beffati ulteriormente!
    Quei biglietti gli abbiamo pagati praticamente tre volte il loro valore, due volte come viaggiatori ed una volta come contribuenti. ORA BASTA!!!!
    Non dobbiamo sostenerli. Se non concedono qualcosa a tutti sardi, NON ANDATE ALLO STADIO E NON ACQUISTATE LE PARTITE SULLA PAYTV!!! LA REGIONE SARDA, LA TIRRENIA E ANCHE CELLINO QUESTA VOLTA DEVONO ASCOLTARCI!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *