PER FAR CONOSCERE LA SARDEGNA, LA TRASFERTA IN AUSTRIA A SPITTAL AN DER DRAU DEL CIRCOLO "MONTANARU" DI UDINE PER PARTECIPARE ALLA "STADPARKFEST"


di Maria Adelasia Divona

Grande successo di pubblico per la StadtparkFEST di Spittal an der Drau, la festa della città che si svolge ogni due anni e che quest’anno per la prima volta si è svolta nel parco dello Schloss Porcia, il castello di città.

Bella la location, che ha visto numerosissimi stand e un fitto programma di musica e teatro di strada che ha caratterizzato le giornate di venerdì, sabato e domenica. Tra gli ospiti, oltre la pro loco di Porcia, cittadina del pordenonese gemellata con Spittal, per la prima volta anche una fitta rappresentanza del Circolo dei Sardi “Montanaru” d Udine invitato per l’occasione dal presidente della locale Società Dante Alighieri, prof. Gert Thalammer già commendatore della Repubblica Italiana e nominato dal presidente della Regione ambasciatore del Friuli Venezia Giulia in Carinzia. Nel grande amore per l’Italia del Professore, c’è anche una grande passione per la nostra isola, dove nei mesi di maggio e giugno organizza gite per i soci della Dante Alighieri. Grazie a lui, un centinaio di carinziani quest’anno hanno visitato la Sardegna, e sono poi venuti a trovarci e a comprare prodotti presso lo stand del Circolo.

La nostra amicizia col professore si è consolidata lo scorso marzo, quando ci ha chiesto di provvedere a un buffet sardo nei saloni dello Schloss Porcia in occasione della visione dei video sulla Sardegna mostrati per promuovere le gite di maggio e giugno. Da qui è poi seguito l’invito alla tradizionale festa cittadina, in cui il Circolo ha ospitato alla sua tavola il sindaco e alcuni esponenti della politica carinziana.

L’evento ha richiesto una preparazione accurata, ed è stato posto all’attenzione della Regione Sardegna come progetto regionale prima della notizia dei tagli all’emigrazione. Ciò nonostante, una volta preso l’impegno e sebbene l’iniziativa fosse alquanto onerosa, il circolo ha deciso di non rinunciare a questa ghiotta occasione promozionale e si è mobilitato. Sono partiti alla volta della Carinzia il presidente Mannoni e sua moglie Maurizia, Paolo Imperio e sua moglie Dolores, Antonello Flumini e sua moglie Erminia, la responsabile del coordinamento donne Maria Marceddu, i soci Mario Carta, Anna Barbatini, Adelasia Divona e i novelli sposi Gianluca Chessa e Annalisa Sechi che a meno di una settimana dal ritorno dal viaggio di nozze si sono aggregati alla comitiva. Rinunciando a una giornata di lavoro ed al week end, da venerdi a domenica i soci hanno allestito, cucinato, servito i tavoli, fatto promozione, socializzato e fatto dimostrazioni di cucina, come quando domenica mattina Maria Marceddu ha preparato all’ombra di un grande albero e nell’inusuale soffocante caldo austriaco i tradizionali ravioli di ricotta. Il menu prevedeva piatti di salumi, formaggi e sott’oli, gnocchetti alla campidanese, sedano con bottarga, seadas e dessert di ricotta con miele sardo e scorza di arance, con grande soddisfazione e complimenti degli austriaci che hanno si mangiato, ma soprattutto bevuto!

Il circolo ha portato con sè i tipici prodotti sardi, ma anche delle chicche frutto dell’accordo sviluppato con due produttori aderenti a Confapi Sardegna, con cui era stato stipulato un accordo di collaborazione per l’occasione. In particolare, hanno esplicitamente aderito alla manifestazione l’azienda vitivinicola Roccavorte di Paolo Fresu che ha inviato il suo pregiatissimo Moscatello Brillante (purtroppo non adeguato ai gusti degli austriaci che, abbiamo scoperto, non amano i vini dolci ma vanno matti per il vermentino di Gallura) e l’oleificio Corrias di Riola Sardo che ha inviato il suo eccezionale olio fruttato e aromatizzato, che è andato a ruba nella prima mezza giornata.

Grandi apprezzamenti dunque da quanti sono stati in gita col prof. Thalammer, e da quanti hanno scoperto la Sardegna per la prima volta, non solo grazie ai nostri sapori ma anche grazie a tutto il materiale turistico e informativo in inglese e tedesco che il Circolo si è fatto mandare per l’occasione dagli uffici turistici della regione. Nonostante tutti gli uffici siano stati contattati, solo alcuni hanno mandato i materiali richiesti: in particolare i comuni di Santa Teresa di Gallura, Arzachena e Bosa, la Provincia di Oristano e quella di Cagliari. È stato piacevole constatare che chi è stato ospite il venerdì ha poi replicato le visite (e la permanenza ai tavoli!) anche il sabato e la domenica.

Nonostante il caldo asfissiante, il Circolo ha portato a casa una grande soddisfazione, i complimenti e i ringraziamenti del prof. Thalammer e degli organizzatori e altri inviti per prossime iniziative in Carinzia che, alla luce dei tagli che ci vedono coinvolti, non sappiamo se saremo in grado di onorare.

3 risposte a “PER FAR CONOSCERE LA SARDEGNA, LA TRASFERTA IN AUSTRIA A SPITTAL AN DER DRAU DEL CIRCOLO "MONTANARU" DI UDINE PER PARTECIPARE ALLA "STADPARKFEST"”

  1. Salve,leggo per caso e con molto piacere l’articolo su Spittal !
    Nel 2007, con il “Complesso Vocale di Nuoro”, coro che dirigo,
    siamo stati a Spittal an der Drau al concorso corale inernazionale dove abbiamo rappresentato l’Italia e dove siamo stati accolti con molta simpatia e cortesia.
    Complimenti per l’iniizativa che vi/ci fa onore.
    Saluti da Nuoro.
    Franca Floris
    http://www.complessovocalenuoro.it/

  2. @Franca: buono a sapersi, magari ci giocheremo questa carta nei nostri prossimi gemellaggi con la Carinzia 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *