PRESENTATO AI CIRCOLI "LOGUDORO" DI PAVIA E "NUOVA SARDEGNA" DI PESCHIERA BORROMEO IL LIBRO DI SALVATORE TOLA SU "MASTRU JUANNE – IL CAVALIERE DELLA FAME"

Pavia, 12 maggio 2012: Gesuino Piga, Salvatore Tola, Paolo Pulina

di Paolo Pulina

La prima  presentazione del  libro di Salvatore Tola “Il cavaliere della fame. Mastru Juanne nella poesia sarda e nelle tradizioni popolari”, è stata organizzata a Nuoro (14 marzo 2012) per iniziativa dell’Istituto Superiore Regionale Etnografico (ISRE) della Sardegna, che lo ha pubblicato in una bella veste editoriale. Nell’occasione, oltre l’autore, hanno svolto una relazione  Salvatore Liori, presidente dell’ISRE, e gli scrittori Natalino Piras e Paolo Pillonca (che ha firmato la prefazione al volume).

In “continente”, in due associazioni  sarde della Lombardia, nei giorni 12 e 13 maggio, Tola ha partecipato alle successive due presentazioni, prima a Pavia (con intervento di Gesuino Piga, presidente del Circolo “Logudoro”), poi a Peschiera Borromeo (con interventi di Elena Bacchitta,  presidente del Circolo “Nuova Sardegna”, Pino Todde e Domenico Berardi). 

Ai lettori di questo Blog, che conoscono già il contenuto del volume di Tola, ricordiamo che è tuttora disponibile, presso le Edizioni Della Torre, “La canzona di Mastru Juanni”, un poemetto prodotto a Tempio Pausania, mandato alle stampe solo nel 1982 da Salvatore M. Sechi, che lo aveva  ritrovato tra i manoscritti di un suo antenato.

I libri curati da Salvatore M. Sechi e da Tola permettono oggi di avere un quadro esaustivo degli esercizi dei poeti sardi su “Mastru Juanne”,  personaggio di fantasia generato dalla loro creatività  al fine di personificare  (e di esorcizzare) la terribile presenza della fame.

Una risposta a “PRESENTATO AI CIRCOLI "LOGUDORO" DI PAVIA E "NUOVA SARDEGNA" DI PESCHIERA BORROMEO IL LIBRO DI SALVATORE TOLA SU "MASTRU JUANNE – IL CAVALIERE DELLA FAME"”

  1. Tutto è più facile ,quando a presentare un testo, (in questo caso il suo libro), è il Prof. Salvatore Tola. Domenica al Circolo di Peschiera Tola con parole semplici ci ha reso comprensibile un testo che apparentemente non è proprio facile.” Il cavaliere della fame” è entrato così nelle persone presenti; lo hanno conosciuto, “mancari a mala gala”. Daltronde Mastru Juanne non era persona che si faceva tanto amare…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *