UN PROGETTO SPERIMENTALE DELL'A.P.I. SARDA: EXPORT CON I CIRCOLI DEGLI EMIGRATI


redazione Tottus in Pari

L’Api sarda sta mettendo a punto un progetto sperimentale per la distribuzione, la vendita e la promozione sui mercati esteri dei prodotti delle piccole imprese dell’agroalimentare attraverso il canale dei circoli degli emigrati. «Questa rete è una risorsa strategica che va sfruttata per generare nuove opportunità di mercato e di investimento, sia sul versante estero che su quello locale», afferma il presidente Francesco Lippi. «Non è la prima volta che si prova a dare una missione alla rete dei sardi nel mondo, anche in passato diversi imprenditori locali hanno utilizzato questo canale per promuovere i propri prodotti entrando in nuovi mercati». Oggi più che mai questo strumento, presente in tre continenti con oltre centoventi circoli, può dare un contributo importante alla crisi economica che ha colpito in pieno l’isola. L’Api sarda punta su una politica di marketing territoriale e di commercio elettronico, utilizzando principalmente il mondo della comunicazione via internet.

Una risposta a “UN PROGETTO SPERIMENTALE DELL'A.P.I. SARDA: EXPORT CON I CIRCOLI DEGLI EMIGRATI”

  1. Signor Francesco Lippi
    dopo 15 anni, e con piacere scopro che la mia proposta di far funzionare i Circoli come vetrina permanente e punto di riferimento per la diffusione della Sardegna all’estero, particolramente nel settore agroalimentare, quindi auguro si instaurino al più presto delle collaborazioni permanenti e continue.
    http://casasardegna.canalblog.com/archives/projet_casa_sardegna/index.html
    Infine i tempi sono maturi e le necessità sono urgenti, bisogna mettersi al LAVORO!
    Cordiali saluti Giusy Porru

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *