ISKIRE, ONLINE TUTTO IL SAPERE DELL'ISOLA: UN PROGETTO DI ENCICLOPEDIA FREE IN SARDEGNA


riferisce Giulia Madau

E’  Iskire.net nato il 12 maggio 2011 a Sassari ma riguarda la Sardegna tutta, a partire proprio dal nome: iskire che in sardo vuol dire sapere. Il servizio, semplice ed efficace, consiste nel mettere online le tesi di laurea degli studenti e creare un vero e proprio archivio di conoscenza, un’enciclopedia libera di Sardegna insomma. Il responsabile è Andrea Meloni,  laureato all’Università La Sapienza di Roma in Scienze della Comunicazione. Dopo aver lavorato per anni in Italia nel settore della grafica, del web-design e dell’animation graphic ha scelto, nonostante tutte le difficoltà, di tornare in Sardegna per provare a migliorarla insieme a tutti gli altri uomini e donne di buona volontà. I singoli studenti che aderiscono al progetto potranno pubblicare gratuitamente la loro tesi sul portale e condividerla con chiunque; sia amici o conoscenti che potenziali datori di lavoro. Attraverso un veloce link, infatti, la tesi sarà sfogliabile in maniera accattivante e fruibile facilmente da chiunque sia interessato. Ma il progetto non si ferma qui Iskire non si limita semplicemente a pubblicare passivamente le tesi degli studenti “L’intento è quello di aiutarli nel loro percorso di avvicinamento al mondo del lavoro. Già, perché sembra strano, ma in realtà i ragazzi che escono dagli atenei non vedono valorizzato proprio quel lavoro, la tesi di laurea, che spesso rappresenta l’unico momento nella carriera universitaria in cui lo studente mette in pratica quanto appreso sui libri. Questo problema è evidente maggiormente nelle facoltà umanistiche e non è un caso che proprio dalla Facoltà di Lettere e Filosofia arrivi il contributo maggiore di tesi pubblicate online“. Iskire quindi si pone come uno strumento nelle mani dei giovani per far uscire il proprio sapere dal ristretto ambiente universitario, creando un circuito virtuoso che moltiplica la visibilità del lavoro degli studenti: le tesi sono state lette già 13mila volte, molte di queste sono condivise in blog e forum da tanti subscribers e lettori. Il sito è ancora molto giovane ma in soli due mesi ha pubblicato già centinaia di tesi. Molti studenti ora stanno scoprendo il grande potenziale del loro elaborato proprio grazie al social networking di Iskire. “Tutti questi contributi delle giovani menti sarde – continua Andrea Meloni – rappresentano il futuro della Sardegna. Non possiamo permetterci di perdere o sottovalutare tutto questo sapere. Da un lato ci lamentiamo per la fuga di cervelli all’estero ma poi siamo i primi a non voler scommettere su questi ragazzi, siamo i primi a tenere le loro competenze in uno scaffale impolverato delle biblioteche universitarie. Le nuove tecnologie della comunicazione stanno cambiando il mondo, anche quello accademico ed è giusto che ci si prepari ad elaborati multimediali che viaggiano online e superano le frontiere naturali sarde“. Le tesi di Iskire.net sono già leggibili sull’iPad, sull’iPhone e su tutti gli altri tablet. “Con il tempo contiamo di poter trasformare gli elaborati in veri e propri ebook integrabili nei curricula in pdf che molti studenti, giustamente, spediscono in giro per il mondo“. La Sardegna ha una grande tradizione di sperimentazione nel campo delle nuove tecnologie, basti pensare ai casi dell’Unione Sarda, che è stato uno dei primi giornali online al mondo, o a Tiscali. “Noi, nel nostro piccolo, vogliamo collocarci in quella tradizione di progresso e cercare di fornire un servizio che migliora la vita agli studenti e ai futuri cittadini di Sardegna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *