PRONTI A RIPARTIRE! IL C.S.C.S. DI MILANO HA UNA NUOVA CASA

nella foto da sinistra: Tonino Mulas, Serafina Mascia, Pierangela Abis

di Pierangela Abis

Ha tagliato il nastro dell’inaugurazione con noi del CSCS, Serafina Mascia Presidente da pochi mesi della FASI, la Federazione delle Associazioni Sarde in Italia. Siamo rimasti senza sede due anni fa (siamo andati via da Piazza Duomo il 28 febbraio 2010) e con grande sforzo abbiamo cercato di portare avanti l’attività del Centro ma non è stato semplice. Due anni ci sono voluti per avviare e concludere una ristrutturazione totale che ci è costata tantissimo. Ci siamo imbarcati in questa impresa devo dire coraggiosa ma affrontata con grande ottimismo perché abbiamo sempre creduto nel valore di un Centro Culturale Sociale Sardo oggi a Milano. Un Centro che ha un peso storico diverso rispetto al passato in un’era di globalizzazione dove le differenze tendono a scomparire ma dove allo stesso tempo c’è un’Italia e un’Europa fondate sulla diversità e la ricchezza delle culture. Ed è proprio in questo contesto che la nostra realtà assume un valore più profondo e significativo: in rapporto alla Sardegna, a Milano, alla nostra cultura, specificità, identità che oggi più che mai sono un fatto compiuto. Il nostro Centro ha 40 anni di esperienza. E’ stato percorso un lungo cammino in tutti questi anni e molte persone hanno lavorato con grande dedizione, in un incessante sforzo per qualificare il circolo. Tanti anni passati con la consapevolezza dell’importante ruolo che rivestiamo in rappresentanza di una comunità seria ed operosa quale è quella sarda, facendo conoscere la nostra isola ai milanesi. Abbiamo sempre mostrato concretezza offrendo servizi come la bigliettazione aerea e marittima per la Sardegna a tutti i nostri soci. Offriamo anche consulenze diverse in tutti i settori: dal turistico a quello fiscale e legale. Dalla Sardegna cercano spesso il nostro appoggio e aiuto per un lavoro, per una casa: abbiamo anche questa delicata funzione. Da Milano si rivolgono a noi per avere informazioni turistiche e case in affitto per l’estate. Il nostro Centro ha fatto anche molte azioni di solidarietà per la talassemia, per la sclerosi multipla, per i minatori, lottato per la continuità territoriale andando sino a Bruxelles al Parlamento Europeo e a Roma. Per tutto quello che rappresenta il nostro passato non abbiamo mai desistito dall’idea di ricominciare, con tanti debiti, ma ancora tanta voglia di fare e proseguire la missione di promozione culturale dell’isola. Sarebbero tante le persone da ringraziare per il lavoro svolto affinchè questa nuova sede fosse al più presto utilizzabile. Le porto nel mio cuore come è necessario oggi, un pensiero anche per Rossella Urru, prigioniera dal mese di ottobre in Africa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *