IL 4 FEBBRAIO A SANTA GIULETTA (PV), LA GIORNATA DELLA MEMORIA IN COLLABORAZIONE CON IL CIRCOLO "LOGUDORO" DI PAVIA

 

Lapide del Comune natale di Pulsano (TA), in ricordo di Alessandro Conte, carabiniere in servizio presso la caserma di Santa Giuletta, poi disertore e collaboratore dei partigiani della Divisione "Masia", V Brigata "Tundra".

riferisce Paolo Pulina

Arma dei Carabinieri Comando Prov. Pavia
Sezione Combattenti e Reduci di Santa Giuletta
In collaborazione con il Circolo culturale sardo “Logudoro” di Pavia
PROMUOVONO
LA “GIORNATA DELLA MEMORIA” 2012
per ricordare due Carabinieri Patrioti, legati a Santa Giuletta, vittime del nazismo
ALESSANDRO CONTE (carabiniere in forza alla Caserma di Santa Giuletta. Aderì come
patriota della Divisione “Massenzio Masia” – V Brigata Tundra. Catturato e fucilato dalla
Sicherheits Abteilung di Broni il 4 gennaio 1945 a Casa Madama di Mornico Losana)
GIUSEPPE MESSINEO (deportato da Santa Giuletta e inviato in un campo di lavoro della
Germania, internato militare italiano (IMI) dal 14 dicembre 1944 al 29 settembre 1945).
La commemorazione si terrà a Santa Giuletta, sabato 4 febbraio 2012, presso la Sala Polivalente della Scuola Media
Programma
Ore 9,30
Apre e coordina i lavori Paolo Pulina, giornalista pubblicista
Ore 9,40
Saluti da parte del Sindaco di Santa Giuletta, Maurizio Brandolini
Ore 9,50
Saluti dei rappresentanti delle Istituzioni e delle Associazioni
Ore 10,40
Relazione di Gina Pisano (studiosa di storia contemporanea)
sul tema “La deportazione dei Carabinieri Patrioti Italiani dopo l’8 settembre 1943”
Ore 11,00
Commemorazione del Carabiniere Patriota Alessandro Conte (alla presenza dei discendenti)
Commemorazione del Carabiniere Patriota Giuseppe Messineo (alla presenza del figlio Pierpaolo)
entrambe a cura di Rosalba Mezzorani, ricercatrice storica
Ore 12,00
Conclusioni e prospettive di ricerca futura
Ore 12,30
Buffet
Il Sindaco di Santa Giuletta
Maurizio Brandolini
Il presidente della sezione unificata ANPI Santa Giuletta-Redavalle
Mario Chessa
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *