UNA TESTIMONIANZA DAL CIRCOLO "ANTONIO SEGNI" DE LA PLATA SULLA FIERA DEL TURISMO CHE SI E' SVOLTA A BUENOS AIRES

da sinistra: Luisa Soddu, Norma Edith Scatolini, Giovanna Signorini Falchi, Beatriz Marongiu, Angela Solinas, Ricardo Raul Rassè

di Giovanna Signorini Falchi

In qualità di Presidente del Circolo Sardo di La Plata “Antonio Segni”, e Segretaria della Federazione Sarda Argentina, con immenso piacere metto a vostra conoscenza gli eventi dell’Istituzione, specialmente quello svolto insieme ad altri Circoli Sardi dell’Argentina, nella cornice del Progetto Regionale “Turismo in Sardegna”, realizzato alla Rural, Buenos Aires Argentina, tra il 29 Ottobre e il 2 Novembre 2011. C’è stata una grande partecipazione del pubblico in generale: non solo sardi, non solo italiani, ma anche i loro discendenti e persone di altre nazionalità che attraverso quest’evento hanno potuto avvicinarsi alla nostra cultura essendo motivate a saperne di più ed a voler approfondire le loro conoscenze sulla nostra fantastica isola.  Il sopranominato evento ci ha permesso di trasmettere le bellezze della Sardegna, tenendo conto di tutti gli aspetti. Fra i partecipanti erano presenti alcuni membri del nostro circolo quali il Dott. Juan Niccolo, Maria Victoria Llantada, Pascua Signorini, Norma Scatolini, il Prof.r Raul Rasse (colui che offrì la conferenza sulla Storia di Sardegna), Luisa Soddu; la Prof.ssa Sara Paz e Renzo Spuches del Circolo Sardo di Tucuman che offrirono la conferenza su Gastronomia e Turismo in Sardegna. Fra l’altro dobbiamo evidenziare che la presentazione dell’evento si è svolta il 25 Ottobre all’Hotel Nuss, coordinata dal Dott. Cristian Nieto Carta, che con grande professionalità ha portato avanti la sistemazione ed il montaggio dello stand alla Rural.  Di rilevante importanza è stata la collaborazione e direzione della Presidente della Federazione Sarda Argentina Margarita Tavera; la presenza del Presidente del Circolo Sardo di Villa Bosch, il Dott. Rodolfo Bravo, e di Angela Solinas dell’Associazione Sardi Uniti di Buenos Aires; rappresentanti del Circolo Raices Sardas di San Isidro, che insieme ad un gruppo del Circolo hanno contribuito nella realizzazione di una serata bellissima e hanno collaborato con l’assistenza al pubblico nello stand.  Noi non diciamo di essere i migliori, ma abbiamo ben chiaro quale sia il senso della Sardità e dell’Italianità, e ciò viene dimostrato anno dopo anno in tutto quello che organizziamo, portando a termine i nostri progetti nel rispetto della nostra cultura, con ottimi esiti. Lieti di essere quello che siamo: Sardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *