SCOPERTO UN NUOVO GENE DEL PARKINSON: I MERITI DELL'EQUIPE SARDO-OLANDESE

l'ospedale Brotzu di Cagliari
l'ospedale Brotzu di Cagliari

ricerca redazionale

Un’equipe di studiosi italiani e olandesi ha scoperto un nuovo gene responsabile nella malattia di Parkinson. Il gruppo di lavoro era composto da ricercatori del Centro per i disturbi del movimento dell’azienda ospedaliera Brotzu di Cagliari, del Department of Clinical Genetics Erasmus MC di Rotterdam e dell’Unità operativa di Neurologia dell’ospedale San Francesco di Nuoro. Tre anni di lavoro e studi altamente specialistici sui fattori di suscettibilità genetica nel morbo di Parkinson in Sardegna, hanno portato il team internazionale a scoprire uno dei fattori genetici di rischio tra i più frequenti nella popolazione sarda. L’importante acquisizione – si legge in una nota della Asl di Nuoro – aprire ulteriori orizzonti nella lotta contro tale patologia, perchè getta nuova luce su quelli che sono i meccanismi che portano alla comparsa del parkinsonismo e allo stesso tempo contribuirà ad accelerare la ricerca nell’elaborazione di nuove terapie non solo per il controllo dei sintomi, ma anche nell’arrestare l’evoluzione delle dinamiche che stanno alla base del danno neuronale. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica internazionale ‘Movement Disorders’. “Si tratta dell’individuazione di un nuovo gene responsabile della malattia di Parkinson – spiega la direttrice dell’unità operativa di neurologia Anna Ticca – denominato TARDBP, che codifica una proteina denominata TBP-43. La mutazione di tale proteina fino a oggi era stata associata alla comparsa di altre patologie degenerative quali la sclerosi laterale amiotrofica e la demenza fronto-temporale. Ebbene, il nostro studio ha consentito di dimostrare la sua presenza in una percentuale significativa dei pazienti parkinsoniani non imparentati tra loro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *