STORIA DI FRANCESCA CANNAS, VIOLINISTA ECCELLENTE: NON HA DIRITTO AL "MASTER AND BACK"

l'autrice dell'articolo
l'autrice dell'articolo

di Elisabetta Caredda

La cagliaritana Francesca Cannas ha 25 anni e un talento fuori dal comune. E’ una delle più promettenti violiniste del mondo. Ammessa alla Royal Academy of music di Londra (una delle più antiche e prestigiose accademie musicali del Regno Unito), ha dovuto scoprire, a sue spese, l’indifferenza da parte della sua Isola verso i percorsi artistico-musicali. Dopo l’iscrizione alla scuola, ha scoperto che la Regione aveva cancellato la voce “musica e spettacolo” dai programmi che possono essere finanzianti con il “Master and Back”. E’ un fatto che politica nazionale e di riflesso quella regionale abbiano deciso di tagliare i fondi al mondo della cultura e dello spettacolo. Qui, però, si è andati oltre. Nulla giustifica la decisione di tagliare fuori i percorsi di alta formazione nelle discipline artistico-musicali dei giovani che hanno già raggiunto livelli di eccellenza, e che quindi rientrano a pieno diritto nei percorsi regolamentati dal programma Master and Back. La giustificazione di Stefano Tunis, direttore dell’Agenzia regionale per il lavoro che addebita il problema a una mancanza di fondi, appare in netto contrasto con la deliberazione recente che ha stanziato 10 milioni di euro, dando il via libera ai voucher della Regione per attivare tirocini formativi a favore di disoccupati sardi, in armonia agli obiettivi del Por Fse 2007-2013, per coloro che hanno 26 anni (se in possesso di un titolo di studio sino al diploma) o 30 anni per i laureati. A tal proposito desidero evidenziare: 1) i voucher sembrano coincidere con quanto richiesto nei “Piani d’inserimento professionali” già approvati nel dicembre scorso; 2) la Regione ha dato avvio a tirocini formativi da svolgersi in Sardegna e ha soppresso i tirocini nei territori italiani o esteri, bocciando un emendamento per implementare i finanziamenti destinati ai percorsi di Alta formazione previsti dal M&B per l’attivazione dei tirocini. L’emendamento prevedeva la modica cifra di 1.200.000 euro per il 2011 e per i successivi anni 2012 e 2013. Con il bando M&B 2011 sono state stanziate 100 borse di cui 20 destinate ai dottorati e 80 ai master. Come mai nella ripartizione i percorsi artistico-musicali sono stati esclusi tout court? Questo comportamento lede gravemente il diritto di giovani professionisti che hanno fatto grandi sacrifici, insieme alle loro famiglie, per raggiungere questi risultati. Ma al dottor Tunis non “piove dal cielo” la notizia di Francesca. Già con il bando Alta Formazione 2010 venivano esclusi i percorsi artistico-musicali sempre per una questione di risorse. In una riunione che organizzai nel dicembre 2010 raccolsi la testimonianza di Francesca, e la portai personalmente assieme al curriculum della ragazza proprio a Tunis; richiesta che reiterai in più di un’occasione. Ma nulla si è mosso. Ripenso all’articolo apparso ne “La Nuova Sardegna” il 29 maggio 2011 nel quale il commissario europeo Johannes Hahn ha denunciato una situazione di stallo nella spesa dei fondi del Por 2007-2013, sottolineando come i fondi siano stati utilizzati come in una sorta di bancomat e come questo possa mettere a rischio i finanziamenti europei. E infatti se tale situazione è stata percepita da lontano persino dal commissario europeo Johannes Hahn, pensate a noi che la situazione di stallo la stiamo vivendo sulla nostra pelle! È evidente pertanto che non si tratta di un problema di fondi ma di volontà politica. Speriamo in una risoluzione immediata e nello stanziamento di un congruo numero di borse senza ulteriori indugi; coloro che devono far fronte a tasse e spese quest’anno non possono permettersi di attendere il futuro legislativo di una Giunta o di un’Agenzia del lavoro.

Una risposta a “STORIA DI FRANCESCA CANNAS, VIOLINISTA ECCELLENTE: NON HA DIRITTO AL "MASTER AND BACK"”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *