"SA GENTI MANNA", IL DOCUMENTARIO DI MARCO PINNA A FIRENZE DURANTE LA MOSTRA "FRATELLI D'ITALIA" VOLUTA DALL'A.C.S.I.T.


di Fiorella Maisto

Si è chiusa la mostra”Fratelli d’Italia.150° anniversario dell’Unità celebrato per immagini”e in quest’ambito si è tenuto un evento, a mio parere, veramente degno di nota e cioè la proiezione di un documentario del dottor Marco Pinna “Sa Genti Manna”. A partire dall’età  nuragica,ripercorre tutto il territorio della Sardegna, mettendo in evidenza quanto l’uomo da millenni ha lasciato come testimonianza di sè in quest’isola affascinante, che si può considerare come un piccolo continente. Le atmosfere che il dottor Pinna ci ha fatto gustare ci riportano alla mente storie di solitarie transumanze, di greggi, di vento, di mare. Anche egli ci mostra opere di grande ingegneria architettonica, come nel  villaggio nuragico di Barumini, il pozzo sacro di Santa Cristina ecc….il tutto inserito in una natura incontaminata e immersa nel silenzio. Per definire  in qualche modo tutto questo, possiamo ricordare le parole di Grazia Deledda: la solitudine e il silenzio erano tali ch’egli sentiva le  tarantole e le cavallette muoversi tra le foglie. Il cielo limpido pareva  una grande campana di cristallo sotto la quale la terra conservava una purezza intatta, primordiale. Ecco, questo ci rimane dalle meravigliose immagini che abbiamo visto e che vorremmo trasmettere a tutti quanti che della Sardegna conoscono solo la parte vacanziera, apprezzabile, per carità, ma non tale da offuscare la storia e  la bellezza della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *