E DOPO LE CAPITALI DELLA NORVEGIA E DELL’AUSTRIA, LA SARDEGNA E’ PROTAGONISTA ANCHE ALLA FIERA DEL TURISMO DI STOCCARDA

immagine di Stoccarda in Germania
immagine di Stoccarda in Germania

ricerca redazionale

Prosegue la campagna istituzionale di promozione della Sardegna nel mercato turistico del Nord e Centro Europa: in questi giorni l’Isola è in vetrina a Stoccarda nella ‘Caravan Motor Touristik’. Oltre ventimila espositori provenienti da tutto il mondo partecipano alla prestigiosa fiera tedesca delle vacanze, una delle più importanti rassegne internazionali del settore, che si è aperta sabato scorso, e si concluderà il prossimo 23 gennaio. Circa duecentomila visitatori in tutto hanno ammirato (e ammireranno sino a domenica) nel corso degli otto giorni di esposizione l’unicità delle proposte di vacanza in Sardegna, splendida combinazione di bellezze naturali (coste e paesaggi dell’interno) e di cultura, tradizioni ed enogastronomia. La Regione Sardegna fa sfoggio della sua ricca offerta turistica in uno ampio stand all’interno del padiglione Enit/Italia. A rappresentare l’Isola quasi trenta addetti del settore, che operano per province, strutture ricettive (hotel e catene alberghiere), associazioni e consorzi turistici, associazioni di categoria e società di servizi. La ‘Caravan Motor Touristik’ è dedicata a varie tipologie di turismo, dalla vacanza coi caravan, camper e roulotte a quella in bicicletta, dal golf alla vacanza benessere, dal trekking al diving. La Cmt è, in ordine di tempo, la prima rassegna tedesca del settore e ha visto nel corso degli anni crescere l’interesse e il numero dei visitatori ed espositori.  “Per la Sardegna il mercato tedesco – spiega l’assessore del Turismo Luigi Crisponi – è un bacino fondamentale che alimenta costantemente e in maniera massiccia le strutture ricettive e tutti gli operatori del settore, già a partire da aprile sino ad autunno inoltrato, data la mitezza del clima. Gli arrivi si attestano in media a quota duecentomila e in media i visitatori restano in Sardegna per 5 giorni. Le presenze, infatti, superano il milione (un milione e 75mila nel 2010), mantenendosi stabili tra 2009 e anno appena concluso. Positivo, rispetto all’anno precedente, è il dato relativo alle presenze in hotel, 25mila in più, cioè un incremento del 4%. Sono numeri rilevanti, a sette cifre: in Germania la crisi economica globale si avverte ma incide meno che altrove, è un vantaggio per la nostra Isola, da decenni meta preferita per il flusso turistico tedesco”. Anche alla fiera di Stoccarda, come a quelle di Utrecht, Vienna e Oslo, dove la Regione Sardegna ha mostrato al pubblico del Nord e Centro Europa la sua incantevole unicità, l’assessorato regionale del Turismo ha promosso, per la prima volta, anche gli eventi organizzati e coordinati in questo scorcio di stagione invernale e nella prossima primavera, cioè l’imminente Carnevale isolano e i riti della Settimana santa, che fanno parte del percorso comune di promozione istituzionale ‘L’Isola che danza’. “Intendiamo – ha aggiunto l’esponente della Giunta Cappellacci – far conoscere e valorizzare tesori sardi che hanno meno visibilità rispetto all’incanto delle nostre coste, tesori nascosti nella storia e nelle tradizioni sarde e di forte richiamo turistico. La partecipazione da protagonista alla prestigiosa vetrina internazionale di Stoccarda è un’occasione ideale per promuovere le nostre tradizioni, ampliare l’offerta turistica e, di conseguenza, destagionalizzare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *