IL LIBRO DEL SARDO ANTONIO FALDA "NOVELLE OVALI", IL 16 OTTOBRE, VERRA' PRESENTATO A CAUTANO (BN)

Antonio Falda vive a Capoterra
Antonio Falda vive a Capoterra

di Antonio Falda

Sabato 16 Ottobre alle ore 18.00

presso la

“Sala convegni Ente Parco Regionale del Taburno Camposauro”  

Piazza Vittorio Veneto, Cautano (BN),

si terrà l’incontro con l’autore

Antonio Falda

che presenta il libro 

 “ novelle ovali – 35 piccole storie di rugby e di vita”.

Prefazione di Marco Pastonesi

Edizioni “La Riflessione – Davide Zedda Editore” Cagliari

 
   Relatore, Gianclaudio Romeo
    Addetto Stampa del Comitato Regionale Campano F.I.R.
     Interverranno:
     Antonio Orlacchio
    Sindaco del Comune di Cautano
     Giovanni Moriello
    Presidente Ente Parco Regionale del Taburno Camposauro
     Gennaro De Falco
    Presidente F.I.R Comitato Regionale Campano
“Il rugby non è soltanto montagne di  muscoli  che sbattono tra loro per ottanta minuti. E’ soprattutto cuore, sacrificio, senso di appartenenza. E’ quel legame che ti tiene stretto ai tuoi compagni per tutta la vita. Nei racconti di Antonio, ho ritrovato l’atmosfera, il calore e lo spirito di ciò che ti insegnano fin da bambino: vincere o perdere ma sempre a testa alta, cercando di lasciare tutto in campo”
 
                                                               Martin  Castrogiovanni
            (“Pilone dei Leicester Tigers e della Nazionale Italiana”)
 
 
“Se fossi il ministro dell’Istruzione, renderei il rugby materia scolastica       obbligatoria.
Se fossi San Pietro, il giorno del Giudizio universale regalerei uno sconto di       purgatorio a tutti i peccatori purché rugbisti.
Ma sono un giornalista, perdipiù sportivo, e allora rubo storie, soprattutto    ovali.
E per questo furto ringrazio Antonio Falda.
Con il rugby, e le sue “trentacinque piccole storie”, l’umile Capoterra può         rivaleggiare con la mitica Città del Capo.
Un miracolo che vale più di qualsiasi Grande Slam.”
                                                                                                                                                                                                                        Marco Pastonesi
                                                              (“La Gazzetta dello Sport”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *