A GIOVANNI DEIAS, PRESIDENTE DEL CIRCOLO "DELEDDA" DI PISA, IL "PREMIO OZIERI" CON IL RICONOSCIMENTO "MESSAGGERO SARDO" PER GLI EMIGRATI

Giovanni Deias mentre ritira il Premio Ozieri
Giovanni Deias mentre ritira il Premio Ozieri

di Cristoforo Puddu

L’opera narrativa Fua faci a s’ispera, di Giovanni Deias -originario di Siliqua e residente a S. Lorenzo a Cascina (PI)- conquista il prestigioso riconoscimento speciale del Messaggero Sardo per gli Emigrati alla 51^ edizione del concorso di letteratura sarda “Premio Ozieri”. L’Ozieri conserva immutato l’interesse di tanti autori che partecipano sempre numerosi e gli riconoscono il primato di “fraile de limba de totu su sardu”. Gli  elaborati di grande qualità all’esame della Giuria, presieduta da Nicola Tanda, hanno visto trionfare Gian Franco Garrucciu di Tempio (sezione poesia sarda inedita “Antonio Sanna”); Gonario Carta Brocca (sezione prosa “Angelo Dettori”) e Giovanni Fiori (sezione tra poesia e canto “Antoni Cubeddu). Premi speciali a Maria Teresa Inzaina di Olbia e a Giuseppe Tirotto di Castelsardo. I riconoscimenti a “personalità che hanno diffuso il nome della Sardegna nel mondo” sono stati assegnati a Tonino Mario Rubattu, poeta-vocabolarista e segretario fondatore del “Romangia”, al professore di Oschiri Paolo Cherchi, docente all’Università di Chicago, al gruppo musicale “Furias” e al giornalista ozierese Paolo Sanna Farina (Trofeo “Cultura di Ozieri” – 117^ sagra B.V. del Rimedio). La cerimonia ha registrato una numerosa presenza di pubblico, autorità ed esponenti della cultura e dell’ arte di Sardegna.

Una risposta a “A GIOVANNI DEIAS, PRESIDENTE DEL CIRCOLO "DELEDDA" DI PISA, IL "PREMIO OZIERI" CON IL RICONOSCIMENTO "MESSAGGERO SARDO" PER GLI EMIGRATI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *