BANDO-PREMIO DELLA REGIONE SARDEGNA PER L'ARCHITETTURA DEI LITORALI

la spiaggia di Pistis (Marina di Arbus)
la spiaggia di Pistis (Marina di Arbus)

di Cristoforo Puddu

La costa o litorale, dal punto di vista geografico e ambientale, rappresenta li limitare e punto d’incontro tra la terra e l’acqua; quindi area di confine costantemente sottoposta a svariati processi (inquinamento, erosione, sedimentazione, ect.) e sollecitazioni di estrema vulnerabilità con modifiche naturali causate dai diversi agenti atmosferici. Data l’importanza dei litorali sardi, come risorsa di primaria importanza da preservare nel’ottimale equilibrio, la Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato regionale degli enti locali, lancia il premio “Architetture per i litorali” (Coastal Architectural Projects). Attraverso un bando di concorso si promuove “lo studio e la ricerca progettuale nel campo delle strutture temporanee e amovibili, connesse ai servizi alla balneazione nei litorali della Sardegna”. I litorali individuati per le proposte progettuali, da presentare entro il 30 settembre 2010 da architetti e ingegneri iscritti all’Albo dell’Ordine Professionale, e a cui si riconosce “la particolare sensibilità dei luoghi di confine”, sono ben otto: Poetto (Cagliari – Quartu S. Elena); Porto Pino (Sant’Anna Arresi – Teulada); Pistis (Arbus); Budoni; Lido di Orrì (Tortolì); Spiaggia del Liscia (Palau – S. Teresa di Gallura); San Giovanni di Sinis (Cabras) e la Spiaggia di Maria Pia (Alghero). Tutti i litorali sono identificati come “risorsa di grande valore” in relazione al territorio. Il premio complessivo per le proposte progettuali classificate vincitrici ammonta a 240.000 euro.  Maggiori informazioni e finalità del bando nel sito della Regione Autonoma della Sardegna (www.regione.sardegna.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *