Appuntamenti a Nuoro nella biblioteca dell'ISRE

di Paolo Piquereddu

 

 

Mercoledì 18 novembre 2009, alle ore 18, verrà presentato il cofanetto con libro e CD, "L’arte de is mutetus",  curato di Paolo Zedda.

 La biblioteca dell’Istituto Superiore Etnografico della Sardegna, situata nella sede istituzionale, al piano terra dell’edificio di via Papandrea, 6 a Nuoro, dispone di circa 28.000 volumi e di oltre 1.000 testate di periodici, di cui circa 300 correnti. La biblioteca raccoglie e mette a disposizione, per la consultazione in sede e per il prestito personale e interbibliotecario libri, testate e documenti, anche multimediali, sulle discipline di cui l’Istituto istituzionalmente si occupa: antropologia, demologia, etnografia, folclore, tradizioni popolari, museografia e museologia, sociologia, semiotica, antropologia visuale, arte e artigianato, con particolare attenzione a ciò che su tali discipline e più generalmente nel campo delle scienze umanistiche viene pubblicato in Sardegna. Ospita un’apposita sezione di libri rari e di pregio di riferimento sardo e generale. Pur preservando il profilo specialistico della biblioteca, l’Istituto vuole favorire la più ampia fruizione dei servizi che possono essere offerti anche nella dimensione cittadina e territoriale, contribuendo in tal modo a socializzare insieme alle conoscenze che per competenza l’Ente persegue e promuove anche i luoghi dove queste conoscenze si elaborano, si conservano e si fruiscono. L’Istituto ha quindi ritenuto opportuno promuovere occasioni di visita e un ciclo di presentazioni di libri anche con l’intento di rendere maggiormente abitata e frequentata la biblioteca dell’Ente. Nella notte del 21 agosto 2009, mentre Paolo Angeli, nel giardino dell’ISRE, si esibiva in concerto in un "solo per chitarra preparata", sono stati aperti al pubblico gli adiacenti locali della Biblioteca, visitati da un ininterrotto avvicendarsi di persone, molte delle quali pervenute a Nuoro attirate dalle iniziative previste nella manifestazione "Notti d’agosto". L’8 ottobre, in collaborazione con il Comune di Nuoro e con il Consorzio della pubblica lettura "S. Satta", Marcello Fois ha letto le proprie poesie, pubblicate nel libro "L’ultima volta che sono rinato", nella Sala consultazione della biblioteca dell’Ente. Mercoledì 21 ottobre 2009, alle ore 18, sempre nella Sala consultazione della Biblioteca, è stato presentato il libro, con allegato CD, di Luca Devito, giovane flautista ed etnomusicologo di Nuoro che attualmente vive e lavora a Bologna, dal titolo Cuncordu e tenore de Orosei. Il canto: mare e terra, edito da Stampa alternativa e con la prefazione di Paolo Fresu. La presentazione è stata curata da Fabio Calzia, anche egli giovane musicologo nuorese. Il Concordu e Tenore di Orosei si è esibito in canti sacri e profani. Alle domande e agli interventi del pubblico, in conclusione, ha risposto l’Autore Luca Devito. Giovedì 22 ottobre 2009, alle ore 19, la Sala consultazione della Biblioteca ha ospitato la manifestazione "Nuoro poesia" con l’intervento dello scrittore israeliano Alon Altaras che ha tenuto una lezione magistrale sulla poesia israeliana contemporanea.

Mercoledì 18 novembre 2009, alle ore 18, sempre nella Sala consultazione della Biblioteca, verrà presentato da Paolo Bravi, esperto della poesia improvvisata campidanese, il cofanetto con libro e CD, "L’arte de is mutetus",  curato di Paolo Zedda. Il curatore del cofanetto Paolo Zedda e Daniele Filia, cantadoris della poesia improvvisata campidanese, accompagnati de su basciu Rossano Cardia e da sa contra Filippo Urrù, si esibiranno esemplificando l’arte de is mutetus

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *