L'autunno caldo del circolo "La Quercia" di Vimodrone per promuovere la cultura sarda

di Gian Piero Fenu

 

Diverse le manifestazione svolte e che verranno realizzate dal circolo "La Quercia" di Vimodrone. Sabato 25 ottobre presso la sede del Circolo si è tenuto un incontro con il fotografo/etnologo Franco Stefano RUIU. L’autore nuorese ha parlato e ha illustrato con le sue diapositive la tipicità quasi esclusiva delle "Feste in Sardegna". Stefano RUIU personaggio assai noto all’interno della nostra associazione, dove ha lasciato un grande ricordo della sua arte di fotografo e di narratore dei costumi sardi. Ma il nostro impegno è cominciato all’inizio del mese di ottobre con il nostro tradizionale appuntamento in piazza fatto di cultura, musica, folklore, arte e gastronomia, arrivata alla terza edizione. Uno degli scopi del circolo, è quello di far sì che i sardi riscoprano la loro identità insieme alle popolazioni del milanese ed intensificare così i rapporti tra le due realtà territoriali Sardegna-Lombardia. Conservare, quindi, la cultura tradizionale, che racchiude in sé il modo di vivere e di pensare degli antichi popoli della Sardegna, preservare lo spirito degli isolani e il loro patrimonio culturale dedicato a coltivare talenti nel campo della cultura e delle arti tradizionali. Nella manifestazione in piazza si è esibito l’artista isolano Fabio Melis, che ha suonato le launeddas. È seguita l’esibizione dei "pastores tenores Santu Pretu" di Loculi, che per l’occasione vestivano il tradizionale costume del loro paese. Si sono impegnati su due fronti: al mattino hanno dato spettacolo con i famosi canti sardi a tenores, Massimo Chessa, Salvatore Chessa, Francesco Capra, Bino Marras e Antonello Chessa, i quali hanno riportato davvero un gran successo, riscuotendo applausi a scena aperta e richieste di ripetizione dei loro canti. Di pomeriggio, invece, alla presenza di una gran folla, hanno proceduto, con i loro preziosi utensili, alla preparazione del formaggio pecorino sardo e della ricotta, patrimonio di tutto rispetto, quello del formaggio, fatto di saperi e sapori, di fatica, quella dell’uomo e di generosità di prodotti, quella della natura. La ricotta, poi, è stata distribuita in assaggio a tutta la popolazione accorsa in piazza Vittorio Veneto. La festa è proseguita con l’esibizione del gruppo tradizionale di ballo "Ichnos" accompagnato dall’organetto del maestro Gonario Ultei, che ha sfilato per tutta piazza Vittorio Veneto in una cornice di pubblico entusiasta e curioso allo stesso tempo. Balli e canti hanno continuato ad allietare la serata fino all’imbrunire a coronamento di una giornata memorabile per la città di Vimodrone che attende il prossimo anno per partecipare più numeroso alla manifestazione. Durante l’intera giornata è stato possibile visitare la mostra di quadri a cura di pittori e artisti locali e sardi, allestita e curata dal maestro Piergiorgio Ballerani, oltre, ad una serie di stand, dove i cittadini hanno potuto gustare ed acquistare tutta una serie di prodotti eno-gastronomici della Sardegna. Altri appuntamenti di prestigio saranno effettuati dal circolo "La Quercia" di Vimodrone ma nel mese di novembre: sabato 14 ci sarà la proiezione del film di Salvatore MEREU " Sonetàula", ispirato dall’omonimo libro di Giuseppe FIORI. A seguire, dopo un una breve pausa di ristoro, il pomeriggio culturale proseguirà con un reading musicale incentrato sull’importante romanzo di Giuseppe FIORI che, racconta il paesaggio di una Sardegna che muta tra gli anni ‘30 e ‘50, intorno all’oscura metamorfosi profondamente individuale e sociale al contempo del protagonista. Insomma una storia di Vendetta e Modernità. Protagonisti del reading musicale saranno: Camilla SORU – voce recitante. Inizia la sua formazione a Bologna frequentando la scuola di teatro Colli e l’Accademia d’Arte drammatica dell’Antoniano. Studia con diversi maestri tra i quali spiccano, Anna Proclemer, Marco Baliani, Yves La Breton, Sergei Tcherkasski. Andrea CONGIA – chitarra classica. Laureato in filosofia e laureando in Etnomusicologia presso il conservatorio di Cagliari. Chitarrista ( chitarra classica, baritono e fretless ) e autore nelle formazioni musicali sperimentali. Da diversi anni prosegue sulla strada della coniugazione di Parola e Musica in collaborazione con diversi artisti, che l’hanno visto protagonista in tal senso. Chiusura domenica 29 novembre con la Conferenza/incontro, sul tema " Elementi di pastorizia transumante in Sardegna". Relatori:  Dottoressa Alessandra ROVATI laureata all’Università di Milano, facoltà di lettere e filosofia, corso di Laurea in Scienze Umane dell’Ambiente, del Territorio e del Paesaggio, con una tesi sul rapporto della pastorizia transumante sarda con gli enti del territorio.  Dott. Alessandro FLORIS – Studioso e autore di una ricerca sulla transumanza in Sardegna.-.

Una risposta a “L'autunno caldo del circolo "La Quercia" di Vimodrone per promuovere la cultura sarda”

  1. Gent.mo Massimiliano, Ringrazio vivamente per il tuo lavoro per tutti i sardi emigrati. Ti aspettiamo in Argentina!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *