"La Sardegna neolitica" nella settimana della cultura a Grenoble in Francia

ricerca redazionale

 

La storia della Sardegna è stata al centro della settimana della Cultura Sarda, che si è svolta a Grenoble, organizzata dal Circolo "Sardigna" presieduto da Mina Puddu. La manifestazione è stata organizzata in collaborazione del comune di Grenoble. L’Associazione "Laboratorio Archeologia Sperimentale & Ricerca" di Terralba è stata invitata a tenere conferenze di archeologia sperimentale e sulla storia della Sardegna Neolitica. Nei sei giorni della manifestazione, che comprendeva la promozione delle località turistiche, e la presentazione dei vari aspetti della cultura sarda, dalla musica ai balli, dalle tradizioni ai costumi, alla cucina con la degustazione di piatti e vini tipici (tra i quali l’apprezzatissimo Bovale di Terralba). All’associazione "LASER" è stato affidato il compito di tenere una serie di conferenze per far conoscere, attraverso proiezione di immagini e filmati, la realtà archeologica di un’"altra Sardegna", protagonista di una propria storia millenaria, ancora sconosciuta anche ai nostri concittadini emigrati. È stata presentata la dimostrazione pratica della scheggiatura e della produzione dei manufatti dell’ossidiana ed è stata esposta una collezione di sculture artistiche in ossidiana. Durante le conferenze, nelle conversazioni ed incontri conviviali – ci ha segnalato Giorgio Cannas – abbiamo infuso un pizzico di orgoglio, e la curiosità di conoscere e visitare, in occasione dei rientri in Sardegna, i luoghi illustrati nelle conferenze (come il Monte Arci, per l’ossidiana).
La serata conclusiva è stata voluta ed organizzata dalla Municipalità di Grenoble nella prestigiosa "Maison de l’International"con la partecipazione delle autorità, rappresentanti del mondo culturale, la presenza del Console e della stampa francese. Il risultato ampiamente positivo di tutta la "Settimana Sarda" ha indotto molti partecipanti Francesi a visitare gia da questa estate la nostra Sardegna e a proseguire con un secondo ciclo di conferenze già nel prossimo autunno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *