Al "Su Nuraghe" di Biella, il 5 dicembre la proiezione del film "I protagonisti"

di Battista Saiu

 

Nel 1968 fu prodotto "I protagonisti", film che segna il passaggio alla regia dello sceneggiatore Marcello Fondato, girato in Gallura, precisamente a Tempio Pausania ed in altre località della Sardegna. Lo sguardo critico dell’autore si rivolge verso un certo cinismo diffuso nell’opinione pubblica italiana di estrazione borghese, di fronte a determinati eventi. Il soggetto è incentrato sulle vicende di cinque turisti continentali alla ricerca di nuove emozioni, i quali, in modo del tutto insolito, penetrano nel cuore della Sardegna per contattare un famoso bandito che commercializzava la sua condizione accettando incontri a pagamento. I cinque turisti continentali, giunti in Sardegna, riescono a mettersi in contatto con il bandito. Proprio durante l’incontro, il latitante è raggiunto dalla polizia: inizialmente la situazione eccita i turisti, ma quando l’inseguimento rischia di sfociare in tragedia e Taddeu è costretto a fuggire, questi segnalano alle forze dell’ordine la direzione in cui l’uomo si è diretto. Durante la sparatoria muoiono due poliziotti ed un altro bandito, mentre Taddeu resta gravemente ferito. La notizia viene evidenziata dalla televisione, che definisce i turisti "protagonisti" della drammatica vicenda. Il film verrà presentato da ANTONIO PUSCEDDU, nato a Biella nel 1970 da Zelino e Giovanna, immigrati all’inizio degli anni ’60 da Villanovaforru (Cagliari), come tanti in quegli anni, in cerca di lavoro. Convive con Cinzia da cui ha avuto tre figli: Lorenzo, Francesco e Alessandro. Diplomato all’Istituto Tecnico per Geometri "Vaglio Rubens" di Biella, dopo il servizio militare (artigliere a cavallo) si iscrive all’Istituto Superiore di Educazione Fisica (ISEF) per via della sua grande passione: lo sport, la pallacanestro in particolare. Già da giovane, Antonio si mise subito in mostra nel panorama sportivo biellese, per le sue grandi doti fisiche e tecniche, prima con le squadre giovanili e poi nel Biella Basket in serie C.  Successivamente Antonio decise di "migrare" fuori Biella andando a giocare prima a Cigliano (serie C) e poi a Vigliano Biellese (serie D), concludendo la sua carriera cestistica nel 2002. Rimasto sempre "nell’ambiente" fonda una società di pallacanestro nel suo Paese di residenza, l’ASD Basket Ponderano, di cui è presidente ed allenatore, gestendo, insieme ai suoi collaboratori, uno dei più floridi vivai del Piemonte. Nel 1996 vince il concorso pubblico indetto dal Comune di Biella per Geometra alla Divisione Tecnica. Viene assegnato all’Ufficio "Parchi-Giardini e Arredo", maturando in questi anni una grande professionalità e distinguendosi per le sue capacità progettuali. Tutte le aree verdi nell’ultimo decennio a Biella sono passate dal suo "mouse". Citiamo alcune delle sue ultime realizzazioni: skate-park Biella nel Giardino Argo Corona; riqualificazione Viale Matteotti, Viale Carducci, Giardini del Parco Fluviale Urbano in Via Carso e Strada di Gronda; riqualificazione di Piazza del Monte, nuova facciata Piscina Rivetti, Nuraghe Chervu e tante altre. Presente anche nel mondo del volontariato è tecnico di sala nell’ambito delle emergenze di Protezione civile a Biella. Nel 2004 è Assessore nel Comune di Ponderano con deleghe all’Ambiente, Sport, Manifestazioni e Protezione Civile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *